Amici 17: hanno eliminato Biondo, Biondo è vivo

Vince Lauren, eliminati Biondo e Bryan. E il momento più bello te lo regala Massimo Ranieri
Biondo con Irama, l'eliminato di questa puntata

Biondo con Irama, l'eliminato di questa puntata

Strana puntata ieri, con gli over 60 a monopolizzare le grandi ospitate e i ragazzi a cantare tanti, troppi inediti. Il ritmo è discontinuo, ma forse ora che li conosciamo bene, soffriamo meno. Ah, probabile che il nostro essere più buoni dipenda anche dall’eliminazione di Biondo. Quindi poggiamo i bicchieri usati per il brindisi e via con le pagelle.

Massimo Ranieri 10
Lui canta e tu non ricordi neanche il tuo nome. Un pezzo della vittoria di Lauren e Carmen è anche suo che con il capolavoro Perdere l’amore e poi Tu si ‘na cosa grande ci ha dopato tutti. È veramente ‘na cosa grande Ranieri, un artista senza tempo e limiti vocali e creativi, che si prende anche il lusso di annunciare il suo nuovo album di inediti, dopo 24 anni. E noi ci siamo messi in fila già da ieri per comprarlo. Fa commuovere anche Maria De Filippi (8, è tornata la regina), anche se sua maestà non lo ammetterà mai.

Lauren 9
Rudy Zerbi, per una ripicca infantile, gli ha scippato la vittoria della categoria ballo, sabato scorso, che neanche Orsato all’Inter qualche settimana fa. Lei ha sorriso, è passata avanti, e in questa puntata ha asfaltato tutti, compreso il miglior Bryan del serale. E grazie a Tommassini, giustamente, si salva anche dall’eliminazione. È maturata tantissimo in questi mesi, ha saputo sempre incassare gli attacchi duri e pregiudiziali di alcuni e non si è fatta condizionare dai plebisciti ottenuti in votazione. Come il miglior passista ha puntato il suo obiettivo e alla fine li ha superati tutti, pur non avendo la loro telegenicità, il loro essere personaggi e, cosa non banale, non parlando l’italiano.

Bryan 8
Bravo, ne sentiremo parlare. Col tempo la sindrome di Calimero-Aristoteles se n’è (quasi) andata e non sarebbe giusto definirlo sconfitto, ma semplicemente un altro vincitore. Non è un caso e non è ingiusto che torni a casa con un premio da 25.000 euro: si doveva in qualche modo sottolineare l’alto livello raggiunto da questo ragazzo che ieri ha dato il meglio, persino in una pole dance che quel fisico e quella tecnica rendevano davvero proibiitiva. Maria, offrendogli un posto per il prossimo Amici, gli chiede scusa e dice la cosa giusta, “con voi ha vinto la danza”. Dovremmo farlo anche noi: esce, Bryan, senza aver mai vinto una sfida e un televoto. O è un caso, o siamo razzisti. Io ho un’idea precisa sulla risposta.

Biondo 7
Non sarò ipocrita, alla sua eliminazione la mia reazione è stata un tono sopra l’urlo di Marco Tardelli ai mondiali del 1982 e la mia faccia si è contorta dalla gioia che neanche Fabio Grosso nel 2006. Eppure ieri nella sfida con Einar ha mostrato volontà, abnegazione, grinta. E nel salutare tutti ha mostrato la sua dote migliore: una leggerezza che è dote rara in ragazzi come lui, l’assoluta mancanza di rancore verso chi lo ha aspramente criticato, la gratitudine per l’esperienza vissuta. E anche la faccia tosta di dire “è solo l’inizio”. Intendiamoci, non recediamo dal nostro giudizio: tra autotune e un’incapacità di trovare una propria personalità, rimaniamo convinti che non fosse al livello di un serale di Amici, figuriamoci di incisioni o live futuri. Ma a livello meramente sportivo e competitivo, gli rendiamo l’onore delle armi.

Al Bano e Romina 6
Saranno anche la coppia più bella del mondo, saranno anche, come insegna Zalone, parte della nostra identità più profonda. Sarà anche più forte, lui, di un supereroe Marvel, visto che dopo quello che ha avuto sembra persino essere ringiovanito. Ma ogni volta che li rivediamo sul palco, sentiamo una sensazione di disagio, vengono da un’epoca altra, un universo alternativo ormai, che c’entra nulla con il presente. Per carità, si impegnano, soprattutto lei: definisce Emma e Irama i nuovi Al Bano e Romina (momento dolce e trash allo stesso tempo), prova pure la trap. E tu ti senti come quando i tuoi genitori, nella prima festa del liceo, vengono, fanno gli amiconi, magari provano due passi di ballo con te e la tua classe. Fanno i simpatici mentre tu vorresti solo morire.

Fedez e J-Ax 5
Nessuno pensi che il sottoscritto non abbia la massima ammirazione per questa multinazionale del marketing che con la musica c’entra poco e niente. Uno non ha talento, l’altro è stonato da sempre (e ve lo dice uno che andava ai suoi concerti dai tempi di Strade di città, capolavoro), eppure fanno soldi a palate e indovinano hit che spaccano la testa del target che vogliono colpire. Ma sentirsi artisti e esibirsi, soprattutto dove il talento, magari acerbo, c’è, non fa fare loro una gran figura. Come con Il volo la scorsa settimana hai l’imbarazzante sensazione che i superospiti rovinino la performance dei ragazzi.

Gerry Scotti 4
Grande professionista e aziendalista. Uno che non si tira mai indietro e il suo lo porta sempre a casa. Ma, certo, a Federer, per quanto forte, non puoi metterlo a fare i mondiali di ping pong, solo perché la racchetta ha più o meno la stessa forma, anche se più piccola. È un pesce fuor d’acqua, non è colpa sua. Ci prova, fa di tutto e alla fine, con la solita generosità se la cava nella Lip Sync Battle, tra Queen, aspirapolvere e Righeira. Però, forse, qualche no in più potrebbe pure dirlo.

La sfida eliminazione 3
Non ce l’abbiamo con Rudy Zerbi. Grande stima per uno che ha il fiuto, nella musica, di un cane da tartufo e perché in Rai dire Sanremo era da urlo. Ma qui ad Amici 17 non ne ha azzeccata una: l’unica mezza idea avuta è stata la “sfida eliminazione” – non originale, ma in questa stagione era l’unica cosa che non era stata provata – che alla fine è servita solo per far eliminare il suo pupillo oltre che a farsi contestare dai colleghi. Del regolamento bizantino e incomprensibile di quest’anno, la sfida eliminazione è stata la ciliegina su una torta venuta male.

Irama, anzi Filippo 2
È bravo, Irama. Ti emoziona, scrive bene (con Zic, forse, è quello che ha più futuro da autore), ha carisma. Poi diventa Filippo e tu capisci che è fragilissimo. Va pure bene, la sensibilità va fortissimo anche se non hai di fronte Buffon, ma lui esagera e spesso fa la figura dello sfigato. Se va avanti così useranno le sue gif per i momenti emotivamente imbarazzanti tipo “il reggimoccolo”, “l’amico zerbino”, “quello troppo buono”. Filippo, tira fuori gli attributi, subito! Perché va bene tutto, ma farsi sfottere da Biondo è troppo.

Ermal Meta 1
Dopo il buon piazzamento all’Eurosong Contest torna ancora più cattivo. Le sue espressioni sono al limite del “bullismo” per quanto sono inequivocabili e umilianti per coloro a cui sono dirette. Alla fine di Amici 17, il Manuel Agnelli di X-Factor ci sembrerà persino empatico. E la Celentano un pezzo di pane.

Lip sync battle 0
Se vuoi fare le cose all’americana, dovresti ricordarti che a loro riescono perché le fanno benissimo. Se fai la Lip Sync Battle in Italia e la fai diventare solo un’esibizione cialtrona in cui tirar fuori grottesco e trash, ti dimentichi la lezione di Anne Hathaway che interpreta Miley Cyrus: per far ridere e catturare l’attenzione, il trash deve essere riprodotto con la più alta professionalità possibile. Ovviamente, una menzione a parte la merita Giulia Michelini. Lei, anche qui, è la migliore.