I film da vedere ad aprile 2022 | Rolling Stone Italia
Home Cinema & TV

I film da vedere ad aprile 2022

Il terzo ‘Animali fantastici’, gli esordi alla regia di Maggie Gyllenhaal e Tommaso Paradiso (!), una doppietta di Charlotte Gainsbourg e un cultissimo doc musicale ‘starring’ Lou Reed e John Cale

Jude Law e, sullo sfondo, Eddie Redmayne in ‘Animali fantastici – I segreti di Silente’

Foto: Warner Bros.

Apollo 10 e mezzo di Richard Linklater – 1° aprile (Netflix)

Dal regista di Boyhood, un altro film che guarda all’infanzia con tono insieme incantato e nostalgico. Attraverso una tecnica d’animazione “realista” che riprende quella del precedente A Scanner Darkly – Un oscuro scrutare (2006). Houston, estate 1969, e un quesito di “fanta-fantascienza”: e se il primo americano che ha messo piede sulla Luna fosse stato un ragazzino di 10 anni e mezzo? Tra le voci originali Jack Black e Zachary Levi.

Nella bolla di Judd Apatow – 1° aprile (Netflix)

Il cinema al tempo della pandemia. Judd Apatow (40 anni vergine, Questi sono i 40 e, di recente, il sottovalutato Il re di Staten Island con Pete Davidson) racconta il set di un blockbuster a tema dinosauri girato in epoca Covid e prodotto da Netflix. Che produce questa stessa (meta)comedy. Cast di commedianti assortiti, anche di famiglia: la figlia Iris Apatow, la moglie Leslie Mann, più la Maria Bakalova di Borat 2, Keegan-Michael Key, Kate McKinnon e i guest David Duchovny e Pedro Pascal.

C’mon C’mon di Mike Mills – al cinema dal 7 aprile

Dall’autore dei notevoli Beginners e Le donne della mia vita, un’altra opera über-indie stavolta incentrata su Joaquin Phoenix. Qui reporter che racconta nei suoi documentari l’America di oggi. E che si ritrova il nipotino al seguito, affidatogli dalla sorella (Gaby Hoffmann) separanda. Gran regia, recitazione, fotografia, senso (seppur intellò) del tempo: è il film indipendente che in tanti avrebbero visto volentieri agli ultimi Oscar, e in effetti un posto nelle varie cinquine l’avrebbe meritato.

La figlia oscura di Maggie Gyllenhaal – al cinema dal 7 aprile

Da Venezia 78 l’esordio alla regia di Maggie Gyllenhaal è tornato a casa con il premio per la sceneggiatura. Che è l’adattamento del romanzo omonimo di Elena Ferrante pre-Amica geniale. Non tutto funziona, nella scelta di trasferire la storia di questa mamma “assente” (i motivi li troverete da soli nel film) dall’Italia alla Grecia. Ma popolata da inglesi e americani, che sono poi i volti del ricchissimo cast: Olivia Colman e Jessie Buckley, che la interpreta da giovane (entrambe sono stati candidate agli ultimi Academy Award), e poi Dakota Johnson, Ed Harris, Paul Mescal…

Tra due mondi di Emmanuel Carrère – al cinema dal 7 aprile

A diciott’anni dal documentario Retour à Kotelnitch e a sedici dal suo unico film di finzione, L’amore sospetto (tratto dal suo romanzo I baffi), il grandissimo romanziere/saggista/reporter “presso sé stesso” Emmanuel Carrère torna dietro la macchina da presa. Con la storia di una scrittrice (Juliette Binoche) che, per raccontare il lavoro al tempo della crisi, trova impiego come addetta delle pulizie su un traghetto che fa scalo in un porto della Normandia. Alla base c’è il vero reportage autobiografico Le quai de Ouistreham della giornalista Florence Aubenas. Presentato a Cannes 2021.

Sonic – Il film 2 di Jeff Fowler – al cinema dal 7 aprile

Se il capitolo 1 aveva avuto una lavorazione tribolatissima (il personaggio del videogioco cult è stato ridisegnato perché la prima versione non piaceva ai puristi), il 2 cerca di superare gli errori e (ri)prendere il buono che c’era, e che anche i fan hanno apprezzato. Ovvero: il villain cartoonesco di Jim Carrey e il ritmo spedito che ricalca quello del gioco originale. Al pupazzetto blu del titolo stavolta si aggiunge il “collega” Knuckles, doppiato in originale da Idris Elba.

La cena delle spie di Janus Metz – 8 aprile (Amazon Prime Video)

Chris Pine, Thandiwe Newton, Laurence Fishburne e Jonathan Pryce. Un gran cast per il solito intrigo spy-sentimentale. Quando la CIA scopre che uno dei suoi agenti ha divulgato informazioni che sono costate la vita a più di cento persone, il veterano Henry Pelham (Chris Pine) viene incaricato di scovare la talpa tra i suoi vecchi colleghi. La sua indagine lo riporterà dall’ex socia e amante Celia (Thandiwe Newton): riuscirà a tenere separate professione e passione?

Animali fantastici – I segreti di Silente di David Yates – al cinema dal 13 aprile

Il terzo capitolo della prequel-saga potteriana è anche quello intimamente più complesso. Probabilmente i segreti di Silente (Jude Law) già li conoscete; se invece ancora non li sapete, non saremo noi a spoilerarvi nulla. Newt Scamander (Eddie Redmayne) e compagnia incantante sono di nuovo alle prese con i progetti nazisteggianti di Grindelwald (Mads Mikkelsen, che sostituisce il trombato Johnny Depp). Con le adorabili bestioline al seguito. J.K. Rowling (che firma la sceneggiatura) in purezza.

Gli amori di Suzanna Andler di Benoît Jacquot – al cinema dal 14 aprile

Dalla pièce Suzanna Andler di Marguerite Duras, un mélo da camera che si poggia sulle spalle di Charlotte Gainsbourg. Nei panni (anzi, nella chicchissima pelliccia animalier Sain Laurent) di una borghese Parigi in cerca di sé stessa mentre villeggia dentro una casa vista mare in Costa Azzurra, tra vecchi e nuovi amori. Il veterano Benoît Jacquot non aggiunge nulla di nuovo al genere “teatro al cinema”. Ma c’è Charlotte, e tanto basta.

Sundown di Michel Franco – al cinema dal 14 aprile

Altro giro, altra Charlotte Gainsbourg. Qui supporting di Tim Roth, di nuovo diretto da Michel Franco dopo Chronic. L’autore messicano è un regista, come si usa dire oggi, divisivo: si veda il precedente Nuevo orden, premiato alla Mostra di Venezia. Anche qui violenza, ribaltamenti narrativi (ma i colpi di scena, per una volta, sono davvero sorprendenti), solito scontro tra ricchissimi e poverissimi. Sullo sfondo di Acapulco. Prendere o lasciare, ma in ogni caso muove e smuove qualcosa in chiunque lo guardi.

Fresh di Mimi Cave – 15 aprile (Disney+)

La instant star di Normal People Daisy Edgar-Jones alla prova del cinema da protagonista assoluta. Con una storia di cannibalismo (scusaci, Armie Hammer) che occhieggia al dibattito MeToo. Dirige l’esordiente Mimi Cave, che comprende bene lo spirito del tempo e dimostra una mano svelta. Il “cattivo” di turno è Sebastian Stan, sempre più bravo e trasformista dopo The Falcon and the Winter Soldier e Pam & Tommy.

Songs for Drella di Ed Lachman – 17 aprile (MUBI)

Per la serie “ci piace vintage”, arriva in esclusiva su MUBI il doc che il sommo Ed Lachman, regista e direttore della fotografia prediletto da autori cult come Tood Haynes e Todd Solondz, ha dedicato alla reunion dei Velvet Underground Lou Reed e John Cale. Che nel 1990 si sono ritrovati per comporre il disco che dà il titolo anche a questo film. Serve aggiungere altro, per dire che è imperdibile?

The Lost City di Aaron e Adam Nee – al cinema dal 21 aprile

Loretta (Sandra Bullock) è un’autrice di romanzi rosa che, per dare corpo al suo protagonista fittizio Dash, si è ispirata al vero modello Alan (Channing Tatum). I due si ritroveranno coinvolti in un’avventura incredibile quando un miliardario (Daniel Radcliffe) rapirà la prima per farsi portare nella mitica città perduta che descrive in uno dei suoi libri. Tra rom com e action, Bullock ritorna alla commedia e Tatum (ri)conferma le sue doti leggere. Comparsata extralusso per Brad Pitt, in biondissima versione à la Troy: tutto vero.

Sulle nuvole di Tommaso Paradiso – al cinema il 26, 27, 28 aprile

Dopo l’incursione vanziniana con le musiche scritte per Sotto il sole di Riccione, anche Tommaso Paradiso debutta dietro la macchina da presa. Con “una storia d’amore e musica” (così da sinossi ufficiale): Nic Vega (il generazionalissimo Marco Cocci) ha alle spalle una gloriosa carriera da cantante, ma è ormai in crisi da anni. Sceglierà di ritornare nella vita del suo vecchio amore, Francesca (Barbara Ronchi): o la va o la spacca. La title track è contenuta nell’ultimo album del cantautore romano.

The Northman di Robert Eggers – al cinema dal 28 aprile

Grazie a The VVitch e The Lighthouse, Robert Eggers è diventato uno degli auteur horror (ma limitarlo a quello sarebbe riduttivo) migliori in circolazione. The Northman è un altro period piece nerissimo, stavolta di ambientazione ed epoca vichinghe. Il cast fa spavento anche solo a leggerlo sulla carta: accanto alla sua scoperta Anya Taylor-Joy, protagonista proprio di The VVitch, ci sono Nicole Kidman, i fratelli Alexander e Bill Skarsgård, Willem Dafoe, il Claes Bang di The Square e… Björk!

Downton Abbey II – Una nuova era di Simon Curtis – al cinema dal 28 aprile

Ritorno a Downton Abbey. Anzi, no: stavolta è prevista una fuga in Costa Azzurra, nella villa di un ex amante (!) dell’adorata Lady Violet, vale a dire la sempre divina Maggie Smith. Questa volta tocca a Simon Curtis, già dietro la macchina da presa delle cine-biografie Marilyn e Woman in Gold, “dirigere” la meravigliosa famiglia created by Julian Fellowes, e relativo super cast. A cui si aggiungono, per questa seconda avventura sul grande schermo, Hugh Dancy, Nathalie Baye e Dominic West. Siamo già lì.

I Love America di Lisa Azuelos – 29 aprile (Amazon Prime Video)

Trasferta americana per Sophie Marceau, qui nei panni di una cinquantenne francese single che decide di dare una svolta alla sua vita. Da Parigi decide dunque di trasferirsi a Los Angeles dal suo migliore amico Luka (Djanis Bouzyani), gestore di un drag queen bar. Inizia a macinare primi appuntamenti che non vanno a buon fine, finché non incontra John (Colin Woodell), decisamente più giovane di lei. Dirige la regista di LOL – Il tempo dell’amore, sempre con la diva francese.