Qual è il Sanremo più visto degli ultimi dieci anni? | Rolling Stone Italia

Home Cinema & TV Classifiche e Liste

Qual è il Sanremo più visto degli ultimi dieci anni?

Domani si discuterà dello share della prima serata del terzo Sanremo di Amadeus, con analisi, controanalisi e confronti. Un ripasso su come sono andati gli ultimi Festival

Foto: Daniele Venturelli/Getty Images

Si fa presto a dire che il Festival di Sanremo è un successo o un flop in base allo share rilevato dall’Auditel. Le percentuali contano, ma vanno prese in considerazione anche altre variabili che sono cambiate nel tempo come l’arrivo delle piattaforme e dei canali sul digitale terrestre, il fatto che dal dicembre 2018 venga rilevata anche l’audience dei device digitali, la durata delle serate (più lunghe sono e più alta sarà la percentuale di spettatori).

Lo share resta comunque il parametro usato per determinare il successo di un’edizione. Ecco quindi la classifica di quelle degli ultimi dieci anni in base allo share medio di tutte le serate. A fianco della percentuale c’è l’indicazione della media (non del picco) degli spettatori del Festival.

10“Sanremo 2014” 39,26% (8.735.000)

Il quarto festival in cui Fabio Fazio è direttore artistico e conduttore non sfonda. Forse la formula copia-incolla dell’anno precedente, con lo stesso meccanismo e gli stessi protagonisti, non sorprende il pubblico. Come nell’edizione precedente, ogni artista deve eseguire due brani, una votazione combinata decreta la canzone che entra ufficialmente in gara. Vince Arisa con Controvento. La media dell’ultima serata (43,51%) è la più bassa per una finale di Sanremo da quando esiste l’Auditel.

9“Sanremo 2021” 46,24% (8.466.000)

Gli ascolti del secondo Sanremo di Amadeus risentono della pandemia. Durante il lockdown gli italiani hanno usato tantissimo le piattaforme come Netflix o Prime Video, diventate una valida alternativa al festival e che offrono prodotti sempre fruibili, al contrario della tv generalista che non fa controprogrammazione per paura di una débâcle. È l’anno dei Måneskin e di Zitti e buoni. Molti pezzi in gara entrano in classifica e sono suonati dalle radio.

8“Sanremo 2012” 47,29% (10.445.000)

Gianni Morandi è per la seconda volta il presentatore, Gianmarco Mazzi è il direttore artistico. Accanto a Morandi ci sono l’attore Rocco Papaleo e la modella Ivana Mrázová, che non prende parte alla serata d’apertura per un’indisposizione. Al suo posto arrivano Elisabetta Canalis e Belén Rodriguez (con la ormai celeberrima farfallina). Vince Emma con Non è l’inferno (scritta da Kekko dei Modà). Uno dei momenti clou è il monologo di Adriano Celentano che viene contestato da alcune persone della platea. È l’ultima apparizione al Festival di Lucio Dalla.

7“Sanremo 2013” 47,49% (11.302.000)

Torna Fabio Fazio dopo aver condotto le edizioni del 1999 e del 2000. Da direttore artistico si avvale della co-conduzione di Luciana Littizzetto e compone un cast omogeneo tra nomi noti realtà indie. Vince Marco Mengoni con L’essenziale, secondo posto per La canzone mononota di Elio e le Storie Tese. Il picco dell’ultima serata si registra quando 15.542.000 assistono allo sketch di Fazio e Littizzetto con Bianca Balti, tra l’esibizione dei Modà e quella di Simone Cristicchi.

6“Sanremo 2015” 48,57% (10.829.000)

È la prima volta di Carlo Conti a Sanremo come conduttore e direttore artistico. Se negli anni precedenti la controprogrammazione è debole, nel 2015 le reti concorrenti battono proprio in ritirata. Co-presentatrici sono due vincitrici della manifestazione, Emma e Arisa, e l’attrice Rocío Muñoz Morales. Dopo un testa a testa serrato tra Il Volo con Grande amore e Nek con Fatti avanti amore la spunta il trio, che si piazzerà terzo all’Eurovision Song Contest. Picco di pubblico per Giorgio Panariello (14.815.000), massimo share (73,64%) per la vittoria del Volo.

5“Sanremo 2019” 49,22% (9.762.600)

È la seconda edizione con Claudio Baglioni direttore artistico, affiancato da Claudio Bisio e Virginia Raffaele. Il festival lancia Mahmood: 7 telespettatori su 10 assistono alla sua vittoria. Soldi non è la sola canzone ad avere un’eco: è l’anno di Rolls Royce di Achille Lauro e di I tuoi particolari di Ultimo, che non prende benissimo il secondo posto.

4“Sanremo 2016” 49,52% (10.726.000)

Carlo Conti fa il bis come presentatore (e direttore artistico). Al suo fianco, Gabriel Garko, Virginia Raffaele e Mădălina Ghenea. Molti artisti in gara si esibiscono con un braccialetto rainbow al polso per sensibilizzare il pubblico circa la legge Cirinnà sulle unioni civili. Si registra una leggera flessione rispetto all’edizione precedente. Il momento che attira più spettatori (14.530.000) è con la reunion Conti-Pieraccioni-Panariello.

3“Sanremo 2017” 50,70% (10.630.600)

Carlo Conti è il primo conduttore e direttore artistico che, in maniera più decisa, smantella l’impostazione baudiana della manifestazione. Unisce canzoni appetibili per l’airplay e grandi nomi, sceglie come co-conduttrice Maria De Filippi. È un successo. Oltre 15 milioni di persone sono davanti alla tv durante la finale mentre Maurizio Crozza fa il suo intervento. Vince il tormentone Occidentali’s karma di Francesco Gabbani.

2“Sanremo 2018” 52,16% (10.870.600)

È il primo anno con Claudio Baglioni direttore artistico. Al suo fianco, Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino. Gli outsider Lo Stato Sociale con Una vita in vacanza raggiungono la seconda posizione. Vincono Ermal Meta e Fabrizio Moro con Non mi avete fatto niente ispirata ai fatti del Bataclan di Parigi. Il picco in termini di numero di telespettatori si raggiunge durante la prima serata col duetto Baglioni-Fiorello: 17.143.000.

1“Sanremo 2020” 54,78% (10.113.600)

La prima volta di Amadeus fa registrare cinque punti di share medio in più rispetto all’anno precedente. Accanto al conduttore e direttore artistico ci sono Fiorello e diverse co-conduttrici che si alternano di serata in serata, dalla giornalista Rula Jebreal a Diletta Leotta fino a Sabrina Salerno. È il primo passo di un grande cambiamento che tiene conto del pubblico più giovane e dello streaming. Diodato viene proclamato vincitore con Fai rumore alle 2 e mezza di notte: a quel punto, fra i televisori accesi, 8 su 10 sono sintonizzati su Sanremo.

Altre notizie su:  Sanremo Sanremo 2022