Patrick Zaki, finalmente libero | Rolling Stone Italia

Home Black Camera Photo of the week

Patrick Zaki, finalmente libero

Nella foto della settimana di Rolling Stone, il ricercatore abbraccia la madre dopo la scarcerazione, avvenuta alla fine di una prigionia lunga 22 mesi. «Grazie a chi mi ha sostenuto, Bologna è la mia città»

zaki-GettyImages-1237095382

Foto: STRINGER/ANSA/AFP via Getty Images

Il 7 dicembre 2021, dopo oltre 22 mesi di prigionia, un tribunale egiziano ha ordinato la scarcerazione del ricercatore Patrick Zaki. Il suo arresto aveva attirato l’attenzione della stampa internazionale e inasprito i rapporti diplomatici con l’Egitto. La situazione rimane ancora molto delicata: Zaki, a febbraio, dovrà affrontare un processo in cui è accusato di diffusione di notizie false, danno alla sicurezza nazionale e incitamento al colpo di stato. In questa fotografia vediamo l’abbraccio trar Patrick Zaki e la madre, fuori dalla stazione di polizia Al Mansurah. La sua prima dichiarazione dopo la scarcerazione: «Voglio essere in Italia il prima possibile. Appena potrò andrò direttamente a Bologna, la mia città, la mia gente, la mia università e voglio dire molte grazie agli italiani, a Bologna, all’Università, ai miei colleghi, a chiunque mi abbia sostenuto».