Home Black Camera Photo of the week

Nell’Olanda in quarantena la Cannabis è un bene di prima necessità

Il governo dei Paesi Bassi ha dovuto rivedere le proprie misure anti-Coronavirus, riaprendo i coffee shop per evitare assembramenti e assalti

People stand in line at hash and weed-shop (coffeeshop in Dutch) Wietstok in Utrecht

La Photo of the Week di questa settimana racconta il concetto di necessità, immortala un paese che nell’emergenza riscopre sé stesso, la propria identità attraverso i bisogni che avverte come primari. È un’immagine ricorrente nella storia della fotografia. Nel 1937 la rivista americana Time commissionò a Margaret Bourke-White un reportage su un’alluvione in Kentucky, uno scatto in particolare divenne una foto senza tempo.

1937 Louisville, Kentucky. Margaret Bourke-White. There’s no way like the American Way – Wikimedia

È uno scenario simile a quello che Ilvy Njiokiktjien, una fotografa indipendente olandese, ha postato sul suo profilo Instagram il 15 marzo. Nella sua Utrecht una marea di persone si è messa in coda di fronte ai coffee shop, dopo che il governo ne aveva annunciato la chiusura, salvo poi fare retromarcia per riaprirli poche ore dopo. Così gli olandesi hanno potuto riprendere la loro personalissima ricerca della felicità ai tempi del Coronavirus. Lunghe file di persone assembrate, masse anonime che si allineano nell’attesa di un bene agognato, lo stridente contrasto tra i chi è in fila nella parte inferiore dell’inquadratura e le insegne appariscenti di poco rialzate. E al centro della fotografia si stagliano i balconi. Già, i balconi. Noi italiani ci diamo appuntamento sui balconi per cantare la nostra speranza, in Olanda conoscono da tempo un rimedio per esorcizzare la paura, per tirarsi su ed evadere dalla monotonia di questi giorni. There’s no way like the Holland Way.