Home Black Camera Photo of the week

Le torce della speranza nella finale del World Press Photo

"Straight Voice" di Yasuyoshi Chiba sembra un quadro dove le luci dei cellulari illuminano la protesta dei giovani del Sudan contro la dittatura militare

Straigh Voice - Yasuyoshi Chiba / Agence France-Presse – Instagram World Press Photo

La luce al led dei cellulari illumina ogni cosa con la speranza del futuro. La Photo of the Week di questa settimana è tra le 44 finaliste del World Press Photo, il più importante premio fotogiornalistico del mondo, di cui ad Amsterdam il 16 aprile si terrà la cerimonia di premiazione – COVID-19 permettendo.

Straight Voice, del fotografo giapponese Yasuyoshi Chiba per AFP, è in gara come Photo of the Year. Le proteste in Sudan, cominciate a fine 2018 nella città di Atbara contro l’aumento del prezzo del pane, in breve hanno infiammato tutto il paese africano. Nella primavera del 2019 sono cominciati dei sit-in nella capitale Khartoum per chiedere la fine dei trent’anni di dittatura di Omar al-Bashir. L’11 aprile un golpe dei militari ha deposto Bashir ma le proteste sono continuate. A giugno la giunta ha iniziato a sparare nelle strade, ha imposto il coprifuoco, bloccato gli accessi a Internet e tagliato la rete elettrica. La protesta non si è fermata, e il 17 agosto il movimento democratico ha siglato un accordo coi militari per avviare nel paese una fase di transizione politica.

La foto, scattata il 19 giugno 2019, mostra le proteste dei giovani in piazza Khartoum. Non è un quadro, ma ha tratti caravaggeschi perfettamente immersi nella contemporaneità, a partire dal buio del primo piano. Le torce dei cellulari illuminano un giovane che recita una poesia durante il black-out. Il presente è tetro, ma la luce della speranza rimane accesa.

Leggi anche