Parigi come non l'avete mai vista nelle foto di Davide Weber | Rolling Stone Italia

Home Black Camera Mostre Fotografia

Parigi come non l’avete mai vista nelle foto di Davide Weber

Le venti opere di 'Paris, les logements imaginaires' raccontano i quartieri della città attraverso geometrice caleidoscopiche. La mostra, ospitata dalla galleria STILL, apre il 9 giugno

Les Logements Imaginaires © Davide Weber

Doppio appuntamento a giugno alla Galleria STILL di Milano, con l’apertura di una nuova mostra e un talk sul tema Fotografia e Progettualità. In mostra una Parigi inedita, fotografata come non l’avete mai vista: l’open day di mercoledì 9 giugno durerà tutto il giorno e l’esposizione resterà aperta fino al 17 luglio 2021, con entrata libera. Paris, les logements imaginaires è curata da Denis Curti e propone, in 20 opere, interi quartieri parigini, i famosi “arrondissements”, condensati, rispecchiati, composti in differenti geometrie caleidospiche, che stimolano lo spettatore ad alzare lo sguardo verso una possibile via di fuga, da una centralità affascinante e spiazzante al tempo stesso. Un’architettura simbolica e immaginaria, ma estremamente concreta nel suo significato profondo, dove, l’aspetto sociale e urbanistico della città, si fondono in un inaspettato mandala tutto da esplorare.

Les Logements Imaginaires © Davide Weber

Mercoledì 16 giugno, in occasione della presentazione del catalogo relativo alla mostra, sempre alla galleria STILL, alle ore 18, si terrà un importante incontro con alcuni tra i fotografi più interessanti nell’ambito dell’immagine contemporanea sul tema Fotografia e Progettualità. Davide Riccardo Weber, artista presente in mostra, Cesare Cicardini, fotografo attivo da anni nell’ambito della scena musicale internazionale, Manuel Cicchetti, operativo nell’ambito culturale italiano e internazionale, Alan Maglio, fotografo e artista multimediale.
«La complessità della metropoli» spiega Davide Riccardo Weber «è un punto di partenza che mai è stato sottovalutato nel condurre l’analisi che ha portato alla definizione delle immagini prodotte, che sono tuttavia frutto, oltre che di statistiche e dati, anche di una conoscenza e di un particolare sentimento per la città che nessun numero può rendere e che non si può semplicemente descrivere in termini matematici. E la trasmissione di questa passeggiata attraverso la città, compone un unicum con le statistiche prodotte di tutto ciò che ho cercato di inserire nel progetto che qui viene presentato».

Les Logements Imaginaires © Davide Weber

Davide Riccardo Weber lavora a Parigi come fotografo freelance dal 2012, anno in cui ha conseguito il Master in Fotogiornalismo allo Spéos Paris Photographic Institute. Nelle sue fotografie insegue tre tematiche principali: i conflitti sociali, l’ambiente metropolitano in cui si trova a vivere e tutto quel paesaggio in decadenza della vita quotidiana dalle più alte note della religione in crisi ai più umili dettagli dei rifiuti da riciclare. Negli anni espone diversi progetti, tra i quali Essence de Paris, Part 1 e Essence de Paris, Part 2, Frailty e Vue de Photographes; 4 mois contre la loi travail, tra Venezia, Parigi e Torino. Nel 2020 entra a far parte del collettivo di fotogiornalisti Hans Lucas.

WEB