Le opere di Fin DAC in mostra a Londra | Rolling Stone Italia

Home Black Camera Mostre Fotografia

Le opere di Fin DAC in mostra a Londra

Fin DAC, considerato uno degli artisti viventi più collezionabili nel suo genere, esporrà per la prima volta a Fitzrovia con la sua tanto attesa mostra personale 'Afterglow/Undertow'

Magdalena, Guadalajara, Mexico 2018. © Fin DAC

West Contemporary presenta Afterglow/Undertow, il culmine di 12 mesi di lavoro in studio e sei anni di lavoro di strada di Fin DAC, uno dei più celebri street artists al mondo. Si tratta della prima opportunità negli ultimi tempi per i collezionisti di partecipare all’esperienza imperdibile di una mostra personale Fin DAC, tanto attesa a causa degli impegni costanti dell’artista che lo tengono sempre in giro per il mondo a realizzare opere d’arte di altissima qualità.

Le recenti collaborazioni tra la galleria e l’artista hanno incluso il progetto di stampa tutto esaurito “Velveteen” e la collisione della primavera 2021 tra Fin DAC e Mick Rock, il celebre fotografo rock inglese, che ha collaborato per Midaro – una rivisitazione in tecnica mista del lavoro di ritrattistica di Rock con Debbie Harry, Lou Reed, David Bowie e Iggy Pop, che ha presentato stampe di grandissima qualità in tutto il mondo e, ancora una volta, ha registrato il tutto esaurito.

© Fin DAC, David Muse

Dall’ultima (e unica) mostra personale di Fin DAC Nadeshiko a Venice Beach, California, nel 2015, ha attraversato il mondo aggiungendo le sue opere d’arte e costruendo adattamenti alle principali città del mondo come Parigi, Berlino, Milano, Tokyo, Melbourne , Sydney, LA, New York, Miami, ma anche località meno toccate dalla street art come Tahiti, Nuova Zelanda e Guadalajara. Gallery Different, nel cuore di Fitzrovia, una delle zone artistiche più impressionanti della città, è lo spazio scelto per ospitare Afterglow/Undertow, grazie alla sua versatilità e capacità di offrire carta bianca all’artista per curare un’esperienza coinvolgente e originale. All’interno del percorso espositivo della mostra si trovano anche le prime sculture in bronzo e pietra/oro dell’artista, un omaggio per il decimo anniversario a Killer Instinct, oltre a 26 nuovi pezzi originali in grande formato e una selezione di stampe/collage e schizzi.

© Fin DAC Magdalena, spray paint, acrylic on panel, 2021

«La decisione di fare un’altra mostra personale è arrivata da molto tempo» ha detto FIN Dac. «Dopo la mia mostra personale del 2015, ho preso la decisione consapevole di disconnettere, per la maggior parte, il mio lavoro in studio e il lavoro di strada. Ciò significava che le due discipline essenzialmente si sono evolute separatamente e tuttavia in qualche modo in tandem l’una con l’altra. Questo spettacolo del 2021 è l’unione di tutte quelle tangenti e sperimentazioni».

INSTAGRAM