Home Black Camera Mostre Fotografia

Alla Casa dei Tre Oci di Venezia Lartigue ci racconta la felicità

'L'invenzione della felicità', a cura di Denis Curti, presenta 120 immagini che celebrano il fotografo francese Jacques Henri Lartigue, fino al 12 giugno 2020

Jacques Henri Lartigue, La Baule, 1979 © Ministère de la Culture (France), MAP-AAJHL

Arriva a Venezia la più grande retrospettiva dedicata a Lartigue mai realizzata in Italia. 120 immagini – di cui 55 inedite – e numerosi materiali dell’archivio, libri, album fotografici e strumenti d’epoca sono i protagonisti della mostra alla Casa dei Tre Oci. Tutti elementi utili a costruire il percorso narrativo che ripercorre l’intera carriera del fotografo parigino, dagli inizi nei primi anni del Novecento fino agli anni Ottanta del secolo scorso, riscoprendo alcuni lati nascosti di questo grande maestro dell’immagine.

Jacques Henri Lartigue, Anna la Pradvina, aussi appelée “La femme aux renards”, Avenue du Bois, Paris, 1911 © Ministère de la Culture (France), MAP-AAJHL

Per Lartigue l’anno di svolta è il 1963, quando John Szarkowski, da poco nominato direttore del dipartimento di fotografia del MoMa di New York, decide di esporre i suoi lavori al Museo, consacrandolo come una delle figure di maggiore risalto nel panorama artistico del tempo. Tutto il percorso della mostra si articola attorno ai grandi momenti di riscoperta della produzione di Lartigue: dalla rassegna del museo newyorkese fino agli scatti che ritraggono la ricca borghesia parigina, passando per le gare automobilstiche e le corse ippiche, il racconto è dinamico e approfondito. Negli anni Sessanta, Lartigue stringe anche importanti rapporti di amicizia con Richard Avedon e Hiro, due tra i fotografi più influenti del tempo: è proprio Avedon a spingerlo a realizzare il Diary of a Century, grande raccolta d’archivio pubblicata da Harper’s Bazaar e considerata una tra le opere più importanti del secolo scorso.

Jacques Henri Lartigue, Grand Prix de l’Automobile Club de France dite aussi “L’automobile déformée”, 1913 mais datée et diffusée par Lartigue de 1912 © Ministère de la Culture (France), MAP-AAJHL

Le ultime sezioni sono dedicate agli anni Settanta e Ottanta, segnati dalle collaborazioni con il mondo della moda e del cinema, dove Lartigue lavora come fotografo di scena per molti film. In mostra è presente anche un interessante focus che approfondisce le memorie scritte da Lartigue negli anni Sessanta e Settanta, quando inizia a ricomporre i suoi album nei quali raccoglie tutte le sue fotografie.

Jacques Henri Lartigue, Madeleine Messager dite Bibi lors de son voyage de noces avec Jacques Lartigue, Hôtel des Alpes, Chamonix, 1920 © Ministère de la Culture (France), MAP-AAJHL

Info:
Casa dei Tre Oci – Fondamenta delle Zitelle 43, Giudecca, Venezia
Orari: Tutti i giorni 10-19; chiuso martedì
Mail: info@treoci.org
Web: www.treoci.org

 

 

Leggi anche