‘Roma 1968’: le foto di Ludovico Quaroni sono come un viaggio nel tempo | Rolling Stone Italia