Home Black Camera Events

Un museo e una mostra sulla Dolce Vita per celebrare Arturo Ghergo

Montefano dedica uno spazio permanente al "suo" fotografo, famoso per avere immortalato la nobiltà romana del secolo scorso, e inaugura l'esposizione "Gli Anni della Dolce Vita"

Da domani, domenica 23 maggio, al Teatro La Rondinella di Montefano
 l’Associazione Effetto Ghergo presenta il Museo Ghergo, intitolato e dedicato alla vita
 e al lavoro di Arturo Ghergo, grande fotografo montefanese, mirabile ritrattista di principi e principesse,
 esponenti della beltà romana, divi e divine, dagli anni Trenta alla fine degli anni Cinquanta del secolo scorso. Opere
 fotografiche e strumenti di lavoro sono esposti in maniera strutturata e completa, nello
 spazio espositivo appena rinnovato dal Comune di Montefano.

Alla presentazione, prevista per le ore 10 del mattino, parteciperanno Cristina Ghergo, figlia del fotografo e ideatrice del Premio
 Arturo Ghergo, Denis Curti, direttore artistico del museo e del 
premio, Vittorio Salmoni, architetto ed ideatore – insieme a Cristina – del Museo,
 il sindaco di Montefano Angela Barbieri, Teofilo Celani, Presidente Regionale FIAF e Paolo Mereghetti, critico cinematografico e giornalista.

Sarà anche l’occasione per annunciare il primo evento nell’ambito dell’Edizione 2021
 del Premio Arturo Ghergo, con la presentazione del bando per la selezione del Giovane Talento 2021 e per inaugurare la grande mostra “Gli Anni della Dolce Vita” – curata da Fulvio Merlak, Giorgio Tani e Claudio Pastrone, con il sostegno della Regione Marche Assessorato alla Cultura – di cui abbiamo parlato qui.

WEB