Home Black Camera Events

A gennaio torna PhotoLux con cinque mostre da non perdere

Torna il festival dedicato alla fotografia contemporanea, con un programma espositivo che si snoda tra le sedi storiche di Palazzo Ducale e Villa Bottini a Lucca

Yasuyoshi Chiba (Giappone), Straight Voice, © Yasuyoshi Chiba, Agence France-Presse

Photolux è pronta, e lo sono anche le cinque mostre allestite nelle sedi storiche di Palazzo Ducale e Villa Bottini a Lucca. Le recenti disposizioni ministeriali in materia di contenimento del contagio da Covid-19, hanno costretto il festival a rinviare nuovamente le inaugurazioni, previste in dicembre 2020, e a riprogrammare gli eventi espositivi dal 16 gennaio al 28 febbraio 2021.

Rocco Rorandelli, Jakarta, Indonesia. Un fumatore minorenne

Negli spazi dell’Archivio Fotografico Lucchese a Villa Bottini, fino al 28 febbraio 2021, si tiene la collettiva L’inizio del futuro. La mostra, a cura di Giulia Ticozzi e Arcipelago-19, con una installazione audiovisiva di Cesura, ripercorre le diverse fasi della pandemia, così come sono state e sono vissute in Italia, attraverso il racconto di fotografi freelance.

Nikita Teryoshin (Russia), Nothing Personal – the Back Office of War © Nikita Teryoshin

Il percorso si completa con un’esposizione dal titolo Racconti della Pandemia, curata da Enrico Stefanelli e Chiara Ruberti, e prodotta dall’Archivio Fotografico Lucchese “A. Fazzi”, che presenta una selezione dei materiali del fondo Covid-19 relativa all’emergenza sanitaria nel territorio lucchese, raccontata attraverso immagini e filmati di autori, non necessariamente professionisti, che vivono e lavorano a Lucca e nella sua provincia.

Maximilian Mann (Germania), Fading Flamingos, © Maximilian Mann, DOCKS Collective

L’offerta espositiva di Palazzo Ducale – fino all’8 febbraio -, si apre con la mostra dedicata ai vincitori della 63^ edizione del World Press Photo, iniziativa che premia le migliori fotografie che hanno contribuito a raccontare gli eventi e le notizie dell’anno precedente e prosegue con Bitter Leaves, il reportage che Rocco Rorandelli (1973), membro del collettivo TerraProject, ha condotto tra l’India, la Cina, l’Indonesia, gli Stati Uniti, l’Italia e molti altri paesi, per riferire l’impatto dell’industria del tabacco sulla salute delle persone, l’economia e l’ambiente, quindi con la mostra Foul and Awesome Display, una produzione di Fotografia Europea a cura di Francesco Colombelli, che propone una serie di libri fotografici che analizza come lo sviluppo delle armi da combattimento sia andato di pari passo con quello delle tecnologie più moderne.

WEB