Home Black Camera Autori

Addio a Germano Celant, grande storico dell’arte

Il critico d'arte e curatore è morto all'età di 80 anni: era malato di coronavirus

Germano Celant

Foto: Roberto Serra - Iguana Press/Getty Images

Ci lascia all’età di 80 anni Germano Celant, uno dei più importanti critici e storici dell’arte in Italia. Nato a Genova nel 1940, era ricoverato da tempo all’ospedale San Raffaele di Milano, e a causa di alcune complicazioni dovute al covid-19 era finito in terapia intensiva.

Celant è riconosciuto a livello mondiale come l’inventore del movimento dell’Arte Povera, termine da lui stesso coniato in occasione di una mostra collettiva a Genova che comprendeva opere di grandi artisti come Janis Kounellis, Alighiero Boetti, Pino Pascali,Emilio Prini e Giulio Paolini. Nel 1997 ha curato la mostra di Giovanni Gastel alla Triennale di Milano; il sodalizio con il fotografo di moda era poi proseguito con un’altra grande mostra a Palazzo della Ragione di Milano, nel 2016.

Nell’arco della sua lunghissima carriera ha ricoperto cariche di prestigio internazionale come direttore della Biennale di Venezia e senior curator del museo Guggenheim di New York. Dal 2015 collaborava attivamente con la Fondazione Prada di Milano.

Leggi anche