Home Arcade News

Xbox Series X, Microsoft svela TUTTE le specifiche della sua prossima console

Potenza, velocità e compatibilità sono i tre pilastri della nuova console, che secondo il vicepresidente di AMD rappresenterà «il faro dell’innovazione tecnologica» nella prossima generazione

Oltre al D-pad modellato su quello della versione Elite e alla presenza del nuovo tasto “Share”, i nuovi controller Xbox avranno anche una tecnologia che migliora la latenza degli input.

Dopo aver condiviso un gran numero di informazioni alla fine di febbraio, Microsoft torna di nuovo a parlare di Xbox Series X e questa volta sceglie di rivelare tutte le specifiche tecniche e le componenti non ancora note della nuova console. Le parole chiave dell’Xbox di nuova generazione sono tre, scrive l’azienda, potenza, velocità e compatibilità. Sul primo punto, si esprime direttamente Sebastien Nussbaum, il vicepresidente corporate di AMD, che si occupa della produzione del “cuore pulsante” di Series X (la CPU AMD Zen 2 da 8 core e la GPU RDNA 2 custom): «La console sarà un vero e proprio parco giochi per chi vuole innovare dal punto di vista tecnologico. La sua architettura di nuova generazione può garantire un livello di prestazioni che permetteranno agli sviluppatori di creare esperienze realistiche e immersive come non ne abbiamo viste mai prima d’ora». Aggiunge inoltre che la macchina porterà al «più grande salto generazionale» mai compiuto da Microsoft insieme ad AMD e che rappresenterà «il faro per l’innovazione tecnologica in questa generazione di console».

Ma l’architettura della nuova Xbox non è pensata solo per far mostra della potenza bruta, ma anche per garantire agli utenti il massimo in termini di velocità e praticità. Abbiamo per esempio già parlato più e più volte di come i nuovi hard disk SSD renderanno i tempi di caricamento dei giochi infinitesimali, ma ora alla lista delle novità di Series X va ad aggiungersi anche l’interessantissimo “Quick Resume” (di cui potete vedere un video qui). La nuova funzione permetterà di riprendere qualsiasi gioco dal punto in cui lo si era lasciato, e di saltare da un titolo all’altro mediante la semplice pressione di un tasto con tempi di caricamento davvero minimi. I punti di sospensione così creati vengono salvati sull’SSD, e questo significa che anche spegnendo, o addirittura staccando la console dalla corrente, si potrà riprendere comunque la partita in un secondo momento senza alcun problema. È inutile dire che una possibilità del genere farà la gioia di tutti quelli che in casa devono condividere la propria macchina con i familiari, oppure di chi ama semplicemente portare avanti più di un gioco per volta.

Si parla infine della compatibilità, di quella con i giochi delle passate generazioni di Xbox che è stata più volte ribadita, e di quella con le periferiche, dove emerge un’interessante novità: sapevamo già che tutti i controller di Xbox One, compresi i costosi Elite, saranno compatibili con Series X, ma ora Microsoft aggiunge che sarà vero anche il contrario e quindi potremo usare i nuovi pad sulla nostra attuale console.

Per chi ama i numeri, ecco tutte le specifiche di Xbox Series X nel dettaglio.

Leggi anche