Home Arcade News

The Last of Us 2: rimandato il lancio. A rischio anche Ghost of Tsushima?

Il titolo di Naughty Dog è stato posticipato di tre mesi e non vedrà la luce prima di maggio del 2020, e potrebbe non essere l’unica esclusiva Sony a subire ritardi

Anche se la spiegazione del ritardo lascia perplessi, speriamo almeno che per una volta il team di Naughty Dog non debba sottoporsi a un crunch massacrante per consegnare il gioco in tempo.

Contrordine: The Last of Us: Parte 2 non uscirà il 21 febbraio, come annunciato nemmeno un mese fa, ma il 29 maggio del 2020. La notizia è arrivata come un fulmine a ciel sereno considerando che la data di lancio si era fatta attendere per anni, e anche le motivazioni addotte dal director Neil Druckmann sul PlayStation Blog lasciano piuttosto perplessi.
“Lo so. È passato solo un mese da quando abbiamo permesso alla stampa di provare il gioco per oltre due ore e da quando abbiamo presentato il nuovo trailer della storia, con tanto di data di uscita,” si legge nel post. “[…] Tuttavia, durante le ultime settimane, abbiamo capito che non avevamo abbastanza tempo per portare l’intero gioco al livello di qualità che definiamo ‘qualità Naughty Dog’. Avevamo due opzioni: compromettere alcune parti del gioco o cercare di ottenere più tempo. Abbiamo scelto quest’ultima opzione, e questa nuova data di rilascio ci consentirà di portare il gioco a un livello che riteniamo soddisfacente, riducendo nel contempo lo stress per il team”.

Il dubbio che sorge spontaneo è cosa possa essere cambiato a livello produttivo nel corso delle ultime settimane, tanto da spingere a posticipare il gioco di tre mesi. Come se non bastasse, dalla notizia del ritardo di TLOU 2 hanno cominciato a circolare delle voci per cui anche Ghost of Tsushima subirà la stessa sorte. Nonostante lo sviluppatore Sucker Punch in questo caso non abbia mai rivelato una data d’uscita ufficiale, si è parlato spesso della prima metà del 2020 come probabile finestra di pubblicazione. Ora, stando al ben informato giornalista di Kotaku, Jason Schreier, il gioco verosimilmente non vedrà la luce prima della fine dell’anno, quindi in concomitanza con l’uscita di PlayStation 5. Inutile dire che, se fosse questo il caso, con buona probabilità ci troveremo di fronte a un titolo cross-gen, ossia per entrambe le piattaforme.

Negli ultimi tempi Sony ha annunciato diverse date a sorpresa, compresa quella di lancio di PS5. Non c’è da stupirsi quindi se dovesse farlo anche con Ghost of Tsushima.

 

Leggi anche