Home Arcade News

Square Enix sta sviluppando dei titoli esclusivi per il cloud gaming

La compagnia giapponese è convinta che i videogiochi in streaming sono destinati ad affermarsi nel corso dei prossimi cinque anni, soprattutto grazie all'avvento del 5G

Square Enix crede che lo sviluppo di nuovi tipi di esperienze, impensabili sulle console tradizionali, guideranno la crescita del cloud gaming.

«Ora come non mai, le persone sono alla ricerca di “qualcosa di diverso”; qualcosa che sia originale e innovativo. Le compagnie che riusciranno a trasformare questo desiderio in realtà sopravviveranno nella nuova era». Queste parole segnano uno dei passaggi più interessanti della lettera per l’anno nuovo che il presidente di Square Enix, Yosuke Matsuda, ha indirizzato agli investitori della compagnia.
Tra le nuove tendenze emergenti e in grado di intercettare il bisogno dei consumatori di originalità, Matsuda identifica la realtà aumentata in una certa misura ma, soprattutto, il cloud gaming, destinato ad affermarsi in concomitanza con l’avvento del 5G. La prossima generazione di console, seppur menzionata più volte, in qualche modo sembra essere retrocessa ad argomento secondario.

«Mentre questi cambiamenti operano sullo sfondo, stiamo facendo rapidi progressi nello sviluppo di giochi per le console di prossima generazione, ma ci stiamo anche preparando attivamente a sostenere il cloud gaming», scrive Matsuda, aggiungendo che l’arrivo dello streaming accelererà la transizione già in atto dal sistema di distribuzione fisico a quello digitale e contribuirà al cambiamento dei modelli di vendita, sempre più basati sui servizi in abbonamento. Ma il vero potenziale del cloud è sicuramente quello di espandere ulteriormente il mercato in quei paesi in via di sviluppo, come l’India e il Sudamerica, dove la diffusione delle macchine da gioco dedicate è pressoché nulla. Per questo Square Enix si impegnerà «a creare esperienze possibili solo sul cloud, ovvero a sviluppare videogiochi pensati per il cloud o cloud-centrici», specificando che alcuni di questi progetti sono già partiti, anche se ci sono ancora «montagne di sfide» da superare, inclusi gli inevitabili ostacoli tecnologici e i costi dei sistemi di telecomunicazione.
«Tuttavia, non abbiamo dubbi che il cloud gaming rappresenterà uno dei maggiori trend nei prossimi cinque anni, man mano che avanziamo nell’epoca del 5G – conclude Matsuda – e le nostre strategie per assecondare flessibilmente questa tendenza saranno cruciali. Intendiamo rimanere in prima linea nello sviluppo e sfruttare il cloud gaming per stimolare una nuova crescita».

Al momento Square Enix ha pubblicato Final Fantasy XV e la trilogia di Tomb Raider su Stadia, ma il cloud gaming che più la interessa sembra essere quello su dispositivi mobili.

 

Altre notizie su:  cloud gaming square enix