Home Arcade News

Resident Evil: Project Resistance avrà un gameplay 4 contro 1

Un multiplayer asimmetrico nello stile di Evolve, dove quattro giocatori dovranno sopravvivere mentre un Mastermind tenta di farli fuori

Offensivo, hacker, supporto e tank sono le quattro specializzazioni che determinano le abilità dei sopravvissuti.

Project Resistance, il nuovo spin-off della serie di Resident Evil, è stato presentato nel corso del Tokyo Games Show rivelando nuovi dettagli sul tipo di esperienza che andrà a offrire. È stato finalmente sciolto il dubbio sul gameplay: si tratta di un multiplayer online asincrono nella formula “4 contro 1”, nello stile di Evolve di Valve.
Il gioco avrà ovviamente anche delle meccaniche da survival horror e sarà ambientato nella cittadina di Raccoon City, seppure all’interno di un edificio chiuso, stando alla descrizione ufficiale di Capcom dove si legge che “quattro sopravvissuti dovranno collaborare per tentare di fuggire da un esperimento subdolo e sconfiggere in una battaglia di astuzia il perverso burattinaio che si nasconde dietro le quinte”.

In ogni partita, un giocatore interpreterà il Mastermind e dovrà tracciare e braccare attraverso una rete di telecamere di sicurezza i quattro giocatori che vestiranno i panni dei sopravvissuti, tentando di impedir loro la fuga. Il Mastermind avrà a sua disposizione un mazzo di carte strategico che gli permetteranno di architettare trappole, evocare le terribili creature dell’Umbrella, manipolare l’ambiente circostante e altro ancora; potrà anche controllare direttamente gli zombie che ha schierato in campo così come il caro vecchio Mr. X, l’enorme Tyrant che tutti ricordiamo. Dal canto loro i Sopravvissuti dovranno collaborare efficientemente per respingere gli attacchi del Mastermind e ricorrendo alle abilità uniche di cui ciascuno di loro dispone. Dovranno inoltre mettersi alla prova con alcuni obiettivi in stile puzzle che gli verranno posti per fuggire dalla mappa prima dello scadere del tempo.

Leggi anche