Home Arcade News

Resident Evil 3 Remake è completo al 90%

Il nuovo gioco sarà più orientato all’azione e ci saranno più elementi modificati rispetto all’originale, al contrario di quanto abbiamo visto nel remake del secondo capitolo della serie

Per permettere a Jill Valentine di stare più comoda durante le sue rocambolesche fughe da Nemesis i suoi abiti sono stati leggermente cambiati.

Lo sviluppo di Resident Evil 3 Remake, annunciato agli inizi di dicembre dello scorso anno, è completo al 90% e questo significa che non ci sarà il rischio che il gioco ritardi la sua data di uscita, fissata al prossimo 3 aprile. I producer Masao Kawada e Peter J. Fabiano hanno di recente rivelato alla rivista giapponese Famitsu (così come riportato dal sito Gamestalk) alcuni dettagli sull’impostazione di questo nuovo remake. Per esempio, mentre quello di Resident Evil 2 era pensato per farci provare il terrore degli zombi, questo è più orientato all’azione e all’idea della fuga dalla minaccia incombente di Nemesis. In realtà non si tratta di qualcosa di inedito, perché anche il Resident Evil 3 del 1999 poteva già definirsi più «action» rispetto ai primi due capitoli della saga. Tuttavia, dall’intervista emerge anche che nel remake questa volta ci saranno più elementi riarrangiati rispetto all’originale, così che anche i fan storici della serie possano avere la sensazione di trovarsi di fronte a qualcosa di fresco.

Per quanto riguarda invece Resident Evil Resistance, la modalità online del gioco, anche qui il tema della fuga è centrale, ma la storia sarà completamente indipendente da quella del gioco originale e incentrata su un gruppo di protagonisti completamente nuovi. Tuttavia, non è escluso che in Resistance vedremo anche alcuni volti noti della serie; quelli che al momento sembrano più quotati sono Annette Birkin e il pilota della S.T.A.R.S. Brad Vickers.

Leggi anche