Home Arcade News

Quando Kratos rischiò di chiamarsi Stig

Il director di God of War 3 rivela che ha quasi dato il suo nome al personaggio per sbaglio

Il nome “Kratos” viene dalla mitologia greca e rappresenta la personificazione della potenza.

Stig Asmussen è noto per essere il director di Star Wars Jedi: Fallen Order, ma prima di entrare in Respawn Entertainment lo sviluppatore aveva lavorato in Santa Monica sulla serie di God of War, della quale diresse anche il terzo capitolo.
Asmussen ha di recente raccontato a Game Informer che ai tempi in cui stavano creando il primo God of War, e Kratos ancora non aveva un nome, fu quasi battezzato “Stig” per sbaglio a causa di un errore di comunicazione tra lui e il reparto marketing dell’azienda.
“Dovevamo decidere il nome di Kratos e ci lavoravamo insieme al [reparto] marketing, poi [il direttore David] Jaffe si è rivolto al resto del team,” spiega Asmussen. “Il nome in codice che utilizzavamo è stato per lungo tempo ‘Dominus’, ma al marketing non piaceva. Non ricordo quanti membri del team hanno proposto i loro nomi, ma io ne ho mandati un po’ di miei e quando ci sono tornati indietro quelli selezionati dal marketing ce n’erano quattro o cinque tra cui Kratos… e Stig”.

Il nome di Asmussen era finito tra i papabili non perché lui lo avesse incluso, ma perché era scritto sul suo foglio delle proposte affinché si capisse chi l’aveva mandato. In questo modo “Stig” è arrivato addirittura alle selezioni finali!
Sappiamo com’è andata a finire la storia, ma Asmussen ha anche ammesso che non gli sarebbe affatto dispiaciuto condividere il nome con il furioso spartano. Tuttavia, date le origini del personaggio, qualcosa ci dice che sia andata meglio così.

Asmussen ha anche rivelato che l’uccisione del centauro in GOW 3 è ispirata a quella del Tauntaun di Star Wars: Episodio V.

Leggi anche