Home Arcade News

PUBG continua a vendere un casino, Fortnite invece…

Nonostante tutto, però, Il battle royale di Epic Games è ancora il gioco con gli incassi più alti su console

PUBG è l’unico dei battle royale che dominano il mercato a non essere free-to-play, il che rende il suo risultato ancora più interessante.

A tre anni dal lancio, Player Unknown’s Battlegrounds continua a vendere bene registrando un guadagno pari a 4,7 milioni di dollari nella prima metà del 2019 tra PC e console. Una solidità che non sembra essere stata intaccata nemmeno dalla temibile concorrenza di Apex Legends, arrivato all’inizio di febbraio con un lancio da record che aveva fatto tremare tutti, ma che già dopo due mesi aveva iniziato a mostrare i primi segni di cedimento. Nonostante gli ottimi numeri, le ultime statistiche pubblicate da Superdata mostrano però che nessuno dei due titoli compare nelle top 10 dei giochi più redditizi, che risultano ancora dominate da Fortnite sebbene gli incassi del gioco siano scesi del 38% rispetto all’anno scorso.
In questo caso, parliamo comunque di 203 milioni di dollari guadagnati nel periodo che va da gennaio a maggio del 2019, con un picco registrato proprio lo scorso mese grazie al lancio della stagione 9. Con questi numeri, Fortnite si riconferma il primo gioco su console (seguito da Fifa 19) e il quinto nella classifica PC, guidata da League of Legends.

Il declino d’altra parte non dovrebbe stupire: mantenere la popolarità del titolo ai livelli dello scorso anno era un’impresa a dir poco impossibile, per questo la flessione nei ricavi va considerata fisiologicamente inevitabile. Dal suo lancio nel 2017, infatti, Fortnite ha portato nelle casse di Epic Games quasi 4 miliardi di dollari, proiettando nel giro di un anno l’azienda statunitense, già leader nello sviluppo di videogiochi, a competere testa a testa con i più grandi publisher del settore come Microsoft, Electronic Arts e ora anche Valve.   

Senza Fortnite non avremmo mai avuto l’Epic Games Store, che tanto scompiglio ha portato nell’ecosistema del gaming su PC.

Leggi anche