Home Arcade News

Per Miyamoto, Nintendo riserva sorprese su VR e cloud gaming

L'azienda starebbe solo valutando il tipo di offerta più efficiente e conveniente

L’esperienza della realtà virtuale su Switch per ora è possibile solo con Nintendo Labo, al momento poco più che un giocattolo.

Nintendo non è rimasta indietro nella corsa ai servizi online e nemmeno in quella per la realtà virtuale. A dirlo è Shigeru Miyamoto, lo storico papà di Mario nonché figura chiave all’interno della compagnia che
da sempre viene percepita più lenta delle altre quando si tratta di ammodernare i servizi accessori delle proprie console; basti pensare che né il gioco online né tanto meno i salvataggi in cloud erano disponibili al lancio di Switch. Su questo punto, anche gli investitori sembrano nutrire qualche perplessità.

Per Miyamoto, invece, Nintendo è assolutamente sul pezzo, ma meno rumorosa degli altri: “Non siamo rimasti indietro né con la VR né con i servizi online – ha affermato – Ci abbiamo lavorato fin dall’inizio, sperimentando diverse soluzioni. In tutto questo tempo abbiamo valutato oggettivamente se [questo tipo di cose] possono garantire ai nostri consumatori un’esperienza di gioco soddisfacente e se possiamo metterle a disposizioni a costi ragionevoli. Solo perché non pubblicizziamo un prodotto fino a quando non siamo pronti a lanciarlo non significa che siamo rimasti indietro”.

Anche riguardo al cloud gaming, sul quale tutti si sono lanciati a capofitto negli ultimi tempi, Miyamoto ha le idee chiare: “Penso che diventerà sempre più diffuso in futuro, ma non ho dubbi che continueranno a esserci giochi che divertono proprio perché funzionano in locale invece che sul cloud”.

L’esperienza della realtà virtuale su Switch per ora è possibile solo con Nintendo Labo, al momento poco più che un giocattolo.

Leggi anche