Nintendo Switch è il prodotto più difettoso del 2019? | Rolling Stone Italia

Home Arcade News

Nintendo Switch è il prodotto più difettoso del 2019?

I problemi legati ai Joy-Con della console sono da tempo nel mirino delle associazioni di consumatori in Francia, che criticano anche l’assistenza altalenante di Nintendo

In America Nintendo offre la riparazione dei controller affetti da Joy-Con Drift mentre in Europa i consumatori sono costretti a pagare.

Nintendo Switch è sicuramente una console di grande successo e in questo periodo di inevitabili classifiche ha già ricevuto diversi, notevoli riconoscimenti. Se c’è una critica che però si può muovere all’ibrida di Nintendo, questa riguarda senza dubbio la qualità costruttiva dei suoi Joy-Con. Già da tempo è noto il problema del «Joy-Con Drift», un difetto di fabbrica che affligge i controller della console che rischiano di diventare inutilizzabili dopo poco tempo. Nonostante le numerose segnalazioni da parte degli utenti, Nintendo si è sempre rivelata piuttosto restia a riconoscere la difettosità del suo prodotto passandolo in garanzia, soprattutto in Europa. E non solo: nonostante sia uscito da pochi mesi, sembra che anche il nuovo modello Lite di Switch presenti lo stesso difetto, con l’aggravante che in questo caso i Joy-Con eventualmente interessati non possono essere sostituiti individualmente facendo parte del corpo della console.

Per questi motivi, negli scorsi mesi l’associazione dei consumatori francesi UFC-Que Choisir si è rivolta a Nintendo parlando di «obsolescenza programmata» e minacciando azioni legali se la compagnia non metterà in atto politiche di tutela adeguate nei confronti dei suoi clienti. Nelle scorse ore invece la rivista 60 Millions de Consommateurs ha nominato Switch il «Prodotto più fragile del 2019» assegnandogli un «Cactus del consumo», un riconoscimento negativo che viene affibbiato alle peggiori compagnie e prodotti dell’anno. Se non fosse già chiaro a chi non segue lo scenario politico internazionale, coi francesi non si scherza.

Lo stesso problema, anche se in misura minore, sembrerebbe affliggere anche Nintendo Switch Lite, dove per altro è impossibile sostituire i Joy-Con.