Home Arcade News

Nintendo domina il mercato: non ce n’è per nessuno

Vendite e al top per hardware e software: un trend che non dà segni di cedimento. Secondo NPD, lo streaming non prenderà piede quest’anno

Tra i giochi attesi per la seconda metà del 2019 c’è anche Luigi’s Mansion 3.

Il 2019 sarà un anno splendido per Nintendo, che al momento è al primo posto nel mercato statunitense per vendite hardware e come publisher per quelle di software, rivela l’esperto Mat Piscatella.
L’analista, che si occupa dell’industria dei videogiochi per NPD Group (una delle più importanti società al mondo nel campo delle ricerche di mercato), ritiene che la ragione del successo dell’azienda giapponese in questa generazione stia nell’aver offerto la possibilità per tutti di giocare “sempre e ovunque, senza la necessità di una connessione internet” e nelle “tonnellate di contenuti rivolti a ogni fascia di videogiocatori”. Il paragone con il gioco in streaming e cross-device di cui si parla tanto in questi giorni è evidente, anche perché in un altro post, stavolta sul suo blog, Piscatella prevede che Google Stadia non avrà un impatto significativo sul mercato quest’anno. Ritiene inoltre che il predominio di Nintendo sia destinato a durare almeno per tutto il 2019 e, nelle previsioni più rosee, addirittura per i prossimi 18 mesi. D’altronde, se pensiamo che Nintendo è arrivata a questi risultati nonostante gli scorsi sei mesi siano stati privi di uscite di titoli maggiori su Switch, possiamo solo immaginare l’impatto che titoli come Pokémon Spada e Scudo o il remake di The Legend of Zelda: Link’s Awakening avranno sulle vendite.
Allo stesso tempo però bisogna anche ammettere che sia Xbox One sia PlayStation 4 sono ormai alla fine del loro ciclo di vita. Nel caso della console Sony, in particolare, l’essere ormai vicini al traguardo di 100 milioni di unità vendute significa anche confrontarsi con un mercato praticamente saturo. Al di là di come la si veda, secondo Piscatella la strategia di Nintendo di concentrarsi sul “qui e ora” piuttosto che su un potenziale futuro si è rivelata vincente per conquistare l’attuale dominio della scena. Per tornare a vedere un po’ di sana competizione, quindi, bisognerà aspettare l’uscita di Xbox Scarlett nel 2020.

Secondo molti, Nintendo è stata anche la vincitrice dell’E3 2019 soprattutto grazie all’annuncio del sequel di TLOZ: Breath of The Wild.

Leggi anche