Home Arcade News

Niente latenza per Stadia

Stando a uno dei progettisti del nuovo servizio di Google, le prestazioni sono le medesime di quelle di Xbox One S

Google Stadia sarà lanciato il prossimo Novembre.

La latenza è quell’intervallo di tempo che passa tra la trasmissione di un comando di gioco e la sua esecuzione materiale. Quello, insomma, che intercorre tra quando premiamo X sul gamepad di PlayStation 4 e il momento in cui il nostro calciatore passa la palla a un compagno. Ecco, da quando Google Stadia è stata presentata per bene, sono in molti a chiedersi come si comporterà questo servizio dal punto di vista della latenza. Visto che si tratta di un servizio di streaming, infatti, il rischio è che la latenza sia eccessiva. I comandi che impartiamo, infatti, non passano dal gamepad alla console, rimanendo di fatto nel nostro salotto, ma dal gamepad sono spediti a un server, un computer, a migliaia di chilometri di distanza. Una volta qui, attivano l’azione che devono attivare e, come se non bastasse, la relativa animazione deve essere rispedita al televisore del mittente, cioè noi. Come è possibile un tale viaggio, di fatto, sia fatto nel medesimo tempo con cui un gamepad dialoga con una console tradizionale?

Siamo molto curiosi di verificare quanto sostenuto da Bakar. Dopotutto, la bassa latenza è un ingrediente vitale di buona parte dei videogame.

Magia di Google, anzi tecnologia sopraffina, ma per molti i dubbi restano. Il Vice President of Engineering di Stadia, Majd Bakar, è corso a chiarirli sostenendo, in un’intervista a un sito canadese, che la latenza del servizio di Google è la medesima di quella che si riscontra su Xbox One S. Quindi, di fatto, non è una latenza percepibile durante le partite. Certo, è un po’ come chiedere all’oste se il vino è buono, ma confidiamo nel fatto che per Google sia necessario, in questa fase, essere molto onesta nei confronti di Stadia, per non aizzare entusiasmi che, in cado di frottole, potrebbero tornarle indietro come un boomerang. Qui potete leggere tutte le ultime novità su Google Stadia.

Leggi anche