Home Arcade News

NetEase sfida Tencent nell’eSport con uno stadio da 700 (!!!) milioni di dollari

Uno scontro epico tra i due titani cinesi si profila all'orizzonte e si combatterà a colpi di investimenti milionari nel campo degli eSport

La Mercedes-Benz Arena di Shangai ospita al momento i più importanti eventi di eSport del paese tra cui i prossimi internazionali di Dota 2.

NetEase ha intenzione di raddoppiare la propria presenza nel mondo degli eSport e il primo passo è l’investimento di una cifra pari a 5 miliardi di renminbi (circa 725 milioni di dollari) per costruire un’enorme area dedicata, comprensiva di mega stadio, che vedrà la luce a Shangai.
L’annuncio è stato fatto durante l’ultimo CEDC (China Digital Entertainment Congress) dal presidente della divisione gaming della compagnia, Ding Yingfeng.
Il dirigente ha parlato del progetto come il “primo stadio professionale per gli eSport della Cina” aggiungendo che il complesso offrirà anche strutture per lo sviluppo di videogiochi, un centro congressi e delle zone di allenamento per i pro-player.

Anche se Tencent domina ancora incontrastata il mercato grazie ai diritti di League of Legends e al suo Honor of Kings (un titolo poco conosciuto in occidente ma estremamente popolare nel continente asiatico), NetEase ha il monopolio in Cina di Starcraft ed è proprietaria degli Shangai Dragons, un team che è già entrato nella leggenda per aver stravinto nell’Overwatch League di quest’anno dopo essersi classificato all’ultimo posto con un punteggio bassissimo nel 2018.
L’ambizioso progetto dello stadio si avvale inoltre del sostegno dell’amministrazione di Shangai, che ambisce a trasformare la gigantesca megalopoli orientale in una vera e propria capitale mondiale dell’eSport entro i prossimi cinque anni. Non a caso la rivale Tencent, proprio all’inizio di quest’anno, ha stretto un accordo con l’Oriental Sports Center della città affinché ospiti i tornei dei suoi giochi.
NetEase ha già iniziato a costruire il primo piano del progetto e i lavori sono previsti per essere ultimati entro la fine del 2020.

La parabola degli Shangai Dragons di NetEase: il peggior team della scorsa stagione diventato quest’anno campione. Il nuovo stadio diventerà la loro base operativa.

Leggi anche