Home Arcade News

Microsoft rivela i nuovi dettagli di Xbox Series X

Confermata la GPU da 12 teraflop, il supporto ai 120 fps e una tecnologia in grado di eseguire automaticamente l’upgrade dei giochi in base alla console in uso

Di Xbox Series X è stato presentato praticamente tutto, design compreso.

Microsoft ha deciso di mettere a tacere una volta per tutte i rumor e i leak su Xbox Series X pubblicando i dettagli delle specifiche tecniche della console in un nuovo post di Phil Spencer sul sito ufficiale.
Tra la marea di informazioni vecchie e nuove, trova spazio la conferma di alcuni rumor e speculazioni più o meno insistenti degli ultimi mesi. Prima di tutto, quelli riguardo la potenza di calcolo della GPU della macchina, confermata a 12 teraflop. Questo significa che la console sarà potente il doppio rispetto a Xbox One X, e supererà di 8 volte la prima Xbox One.
Si passa poi a parlare della presenza del supporto hardware al ray tracing, in realtà già confermato da Microsoft in passato, anche se in questa occasione l’azienda ci tiene a ribadire che quella su Xbox Series X sarà una «prima volta per il gaming su console».
Un’altra tecnologia di cui la nuova macchina farà uso è quella del “variable rate shading”, che permette di dare priorità al render di certi effetti su schermo, come personaggi o oggetti specifici, per massimizzare la risoluzione e il frame rate; a questo proposito Spencer aggiunge che i giochi di Series X potranno girare fino a un massimo di 120 fps.
Tra le funzionalità più interessanti ritroviamo la già menzionata retrocompatibilità, che non ci permetterà solo di far girare sulla console gran parte dei titoli delle passate generazioni, ma di godere anche di una maggiore risoluzione, frame rate e tempi di caricamento velocizzati. Sarà inoltre presente una nuova funzione chiamata “Smart Delivery”, una tecnologia che permetterà di avere sempre «la versione giusta» del gioco per il modello di Xbox che si sta utilizzando. In altre parole, il servizio provvederà ad adattare automaticamente le risorse dei titoli in uso (per esempio attraverso il download di aggiornamenti o di pacchetti di texture in alta risoluzione) a seconda della maggiore o minore potenza della console. Ricordiamo infatti che quella di Xbox Series X sarà una vera e propria “famiglia di device” dalle specifiche differenti. Smart Delivery sarà disponibile su tutti i titoli first-party di Microsoft, incluso Halo Infinite, e per tutti gli sviluppatori e i publisher che vorranno introdurlo nei loro giochi.

Microsoft ha anche da poco confermato che la nuova Xbox sarà presente al Tokyo Game Show 2020 che si terrà in Giappone dal 24 al 27 settembre.

Leggi anche