Home Arcade News

In The Valley of Gods: sviluppo in pausa, forse per sempre

I creatori di Firewatch, gli ex Campo Santo, rivelano di essere al lavoro sui progetti di Valve tra cui Half-Life: Alyx, Dota Underlords e altri non ancora annunciati

Valve è famosa per la sua lentezza nello sviluppo, che sembra aver contagiato anche l’ex team di Campo Santo stando a quanto si legge nel loro messaggio.

Dopo essersi fatti conoscere al grande pubblico grazie a Firewatch, lo sviluppatore statunitense Campo Santo aveva annunciato nel 2017 il suo nuovo progetto intitolato In The Valley of Gods: una promettente avventura in prima persona ambientata in Egitto e inizialmente prevista in uscita quest’anno. Purtroppo però pare che non vedremo il gioco tanto presto, perché al momento il piccolo team sarebbe impegnato su altri progetti.

Campo Santo è stato acquistato nell’aprile del 2018 da Valve, e da qualche tempo la data di uscita del gioco su Steam, che prima faceva riferimento a un generico 2019, mostra semplicemente uno sconfortante “TBD” (letteralmente: a data da destinarsi). Oggi lo studio ha confermato in un commento a Polygon di aver messo lo sviluppo del titolo in pausa perché impegnato su diversi progetti di Valve tra cui Half-Life: Alyx, Dota Underlords, Steam e altri non ancora annunciati. Nel messaggio si legge che il lavoro da fare dentro Valve è tanto, e che alcuni ex-membri di Campo Santo hanno iniziato dando una mano nei vari progetti in corso (l’azienda è nota per lasciare liberi i suoi dipendenti di dedicarsi a ciò che preferiscono) per poi venire assorbiti full-time. Tuttavia, In the Valley of Gods è «sicuramente un progetto sul quale queste persone potrebbero ritornare», assicura lo studio, anche se l’uso del condizionale non lascia ben sperare.

 

Leggi anche