Home Arcade News

Il sequel del film di Tomb Raider uscirà a marzo 2021

Ben Weathley sarà il regista della nuova pellicola mentre l'attrice svedese Alicia Vikander tornerà nuovamente a vestire i panni di Lara

La giovane attrice vincitrice del premio Oscar nel 2015 tornerà a esplorare le rovine di antiche civiltà perdute nel ruolo di Lara.

Arriva una solida conferma per il sequel del film di Tomb Raider del 2018, già annunciato nell’aprile di quest’anno ma con ben pochi dettagli. Le cose da allora a quanto pare hanno continuato a muoversi e nel corso della giornata di ieri la Metro-Goldwyn-Mayer ha annunciato che le riprese inizieranno il prossimo anno in vista dell’uscita nelle sale il 19 marzo 2021.

Dietro la macchina da presa questa volta ci sarà il regista britannico Ben Weathley, meglio conosciuto per pellicole come High-Rise – La rivolta, Free Fire e per aver diretto i primi due episodi dell’ottava serie di Doctor Who. Weathley affiancherà la moglie Amy Jump nel progetto, che era già stata annunciata in primavera come sceneggiatrice del film.
È stata inoltre riconfermata Alicia Vikander nel ruolo di Lara Croft. La giovane attrice svedese aveva infatti prestato il proprio volto e il proprio fisico atletico a miss Croft già nel primo film, ispirato al reboot della serie videoludica del 2013 che ha provato a riscrivere in chiave moderna il personaggio dell’archeologa più famosa del mondo.
Ancora non è noto se anche il sequel trarrà spunto dai capitoli più recenti del videogioco o se prenderà una direzione tutta sua, un po’ come era accaduto con i primissimi film di inizio millennio tratti dalla saga e interpretati da Angelina Jolie.

Nonostante abbia incassato 275 milioni di dollari, Tomb Raider, il primo film diretto da Roar Uthaug, ha sfiorato il flop commerciale.

Leggi anche