Home Arcade News

Gran Turismo torna alle origini (e fa benissimo)

Il creatore della serie dice che vuole onorare una storia che stava rischiando di dimenticare

GT Sport è l’unico capitolo della serie uscito per PS4 ma non è particolarmente amato dai fan perché pensato principalmente per l’online.

Il prossimo Gran Turismo darà più spazio ai punti di forza dei vecchi giochi, che sono anche quelli che hanno reso grande la serie secondo molti fan. Questa è l’idea del creatore del franchise Kazunori Yamauchi, che in una recente intervista ha rivelato di aver perso di vista molte delle caratteristiche presenti nei primi capitoli. Se ne è accorto durante i World Tour di GT Sport, sui quali è impegnato da qualche tempo insieme a Polyphony Digital.
“Da quando ho iniziato i world tour i giocatori sono tutti giovani ma mi portano sempre GT2 e GT3… mi verrebbe da chiedere, quanti anni avevi quando è uscito questo gioco!? Così ho avuto l’opportunità di rigiocarci di recente, e mi sono stupito di quanto avessi dimenticato!” ha confessato Yamauchi. “Questi tour internazionali mi hanno dato l’occasione di sentire dal vivo la storia di Gran Turismo. Mi danno indicazioni e indizi sulle cose ce dobbiamo essere sicuri di fare nel futuro della serie” continua, aggiungendo poi: “Credo che il prossimo nostro titolo sarà una combinazione di passato, presente e futuro – una forma completa di Gran Turismo.”

Il producer dice anche di essere convinto che la prossima generazione di console porterà i miglioramenti più evidenti in ambito VR: “Non penso ci sia nient’altro che richieda così tanta potenza di calcolo. Mi piace molto la VR; sono uno di quelli che crede nelle sue possibilità e la trovo particolarmente adatta per un gioco di corse”.  GT7, quindi, guarderà sì al passato, ma molto probabilmente anche al più moderno dei futuri possibili.

Gran Turismo 6 è stato lanciato al tramonto di PlayStation 3, nel 2013.

Leggi anche