Home Arcade News

Ghost of Tsushima è “troppo bello per essere solo giocato”

Secondo il presidente di SIE WWS, Shūhei Yoshida, la grafica del titolo in sviluppo presso Sucker Punch farebbe concorrenza ai panorami del mondo reale

Il gioco è prodotto da Sony e dovrebbe uscire in esclusiva per PS4 nel corso del 2020. Non stupisce quindi che l’azienda ne parli bene.

Si intuiva già dall’impressionante trailer di annuncio presentato lo scorso anno all’E3 che Ghost of Tsushima ha un impatto visivo da far cadere la mascella, ma per quelli di noi più scettici (forse perché hanno visto tanti, troppi giochi subire dei vistosi ridimensionamenti al momento del lancio, Sony torna all’attacco con dichiarazioni di un certo peso.  Il presidente di SIE World Wide Studios, Shūhei Yoshida, ha infatti recentemente rivelato di essere rimasto stupefatto dalla grafica del gioco: “Ghost of Tsushima è grandioso – ha dichiarato in un’intervista alla rivista giapponese Famitsu – e ha una grafica stupefacente. Quando ci gioco, è così bello quello che vedo che le mie mani si fermano. Ci sono moltissime scene che rendono i paesaggi giapponesi quasi più belli che nella realtà”.

Ambientato in Giappone sule finire del 1200 e durante la prima invasione mongola del paese, Ghost of Tsushima è un videogioco d’azione open world in sviluppo presso lo studio statunitense Sucker Punch Production, che è entrato a far parte della famiglia di Sony Worldwide Studios nel 2011 e già conosciuto per il suo lavoro sulla serie di Infamous. Il titolo è stato ufficialmente presentato alla Paris Games Week nell’ottobre del 2017 e poi mostrato in un video di gameplay nel corso dell’E3 del 2018. Da allora se ne sono un po’ perse le tracce, ma forse il nuovo State of Play di Sony che si terrà stasera alle 22:00 (ora italiana) potrebbe portarci qualche novità.

 

Leggi anche