Home Arcade News

Gamestop: lunga vita ai giochi su disco!

Secondo la grande catena, i giocatori amano collezionare e Sony e Microsoft sarebbero folli se pensassero di privarli di questo privilegio

Red Dead Redemption 2 in 8K potrebbe arrivare a pesare fino a 400 GB secondo il dirigente dell’azienda.

Le console di prossima generazione, per ora conosciute come PlayStation 5 e Xbox Scarlett, non rinunceranno al lettore di dischi, sebbene sia Sony che Microsoft continuino a spingere per promuovere i loro nuovi servizi in abbonamento (rispettivamente, Xbox Game Pass e PlayStation Now).
L’avanzata del formato digitale a scapito del supporto fisico tratteggia un futuro dalle tinte fosche per i rivenditori tradizionali di videogiochi, in particolare per una catena imponente come Gamestop, che della compravendita dell’usato ha fatto il suo cavallo di battaglia e la sua principale fonte di reddito. Per questo motivo la notizia che i dischi non spariranno, almeno per un’altra generazione ancora, deve essere stata un immenso sollievo per i rappresentanti dell’azienda, come si evince dalle parole del chief customer officer Frank Hamlin: “Per i giochi più grandi e immersivi credo che il formato fisico dia la possibilità di avere accesso al gioco più velocemente. Nonostante l’aumento della velocità delle connessioni Internet. Penso che sia questo il motivo per cui i clienti non vogliono abbandonare questa opzione. Non è come per i film, dove le dimensioni dei file rimangono sempre le stesse per anni. Questi giochi diventano sempre più immersivi, e questo fa aumentare la loro dimensione esponenzialmente”.

Per Hamlin, Microsoft e Sony sono consapevoli della necessità di lasciare ai propri utenti la possibilità di acquistare il disco con il gioco già dentro, anche perché così facendo danno loro modo di avere qualcosa di “tangibile” a fronte di una spesa che di solito di aggira intorno ai 70 euro e anche più. Per il dirigente il gioco fisico è come “un trofeo per la mensola” ed è indispensabile per una “corretta esperienza di gioco”, al punto che sarebbe una follia togliere questa possibilità ai clienti.
GameStop d’altronde è talmente ferma sulla propria linea che ha deciso (per ora) di non mettere in vendita la nuova Xbox One S All-Digital Edition di Microsoft, proprio perché sprovvista di lettore digitale. Hamlin tuttavia tergiversa sulla questione dicendo che l’azienda è “assolutamente entusiasta” della macchina, ma che non è ancora riuscita a trovare un accordo con Microsoft per venderla. Ci crediamo?

Contrariamente ad altri rivenditori, GameStop ha scelto la linea dura contro le console che non offrono il supporto fisico. È noto fin dai tempi di PSP Go.

 

Leggi anche