Home Arcade News

Call of Duty Modern Warfare 2 Remaster: la missione “Niente russo” in un video

La famigerata missione dell’attacco terroristico all’aeroporto di Mosca, che tanto scandalizzò l’opinione pubblica a suo tempo, a quanto pare non è stata censurata nella nuova edizione del gioco

Niente russo è una missione opzionale. Il giocatore può scegliere se prendervi parte o meno e non è ovviamente obbligato a far fuoco sui civili (anche se questo non fermerà gli altri terroristi).

La versione rimasterizzata della campagna in singolo di Call of Duty: Modern Warfare 2 è stata rivelata per sbaglio attraverso un leak, anche se la voce della sua esistenza era già in giro da tempo. Il gioco è uno dei capitoli più amati della serie, e anche uno di quelli che all’epoca fecero più discutere. Nel gioco è presente infatti una missione intitolata “Niente russo” dove, nei panni di un agente della CIA infiltrato in una banda di terroristi, si può prendere parte a un attentato all’aeroporto di Mosca durante il quale è possibile far fuoco su poliziotti e civili. Si tratta di un segmento di gioco opzionale, oltre al fatto che è anche possibile superarlo senza uccidere nessuno (perlomeno direttamente). Ciononostante, quando la notizia del contenuto della missione arrivò alle orecchie dell’opinione pubblica dell’epoca, la cosa scatenò una delle controversie più tristemente note nella storia dei videogiochi, portando persino al ritiro dai negozi di Modern Warfare 2 in Russia, dove poi fu rimesso in vendita in esclusiva per Microsoft Windows in una versione censurata.

Per questo motivo, in molti si sono chiesti se nella riedizione attuale della campagna il famigerato episodio non fosse stato rimosso. Per rispondere al dubbio, alcuni giocatori tedeschi hanno pubblicato un video di gameplay dove si può vedere proprio la parte iniziale del suddetto spezzone di gioco.