Home Arcade News

Call of Duty League, YouTube trasmetterà in esclusiva l’evento

Un nuovo accordo firmato da Activision Blizzard vede Google come partner ufficiale per tutti gli eventi competitivi legati ai giochi del publisher californiano lasciando Twitch a bocca asciutta

La stagione inaugurale della Call of Duty League è iniziata lo scorso venerdì, 24 gennaio. Tra i partner ufficiali c’è anche Sony PlayStation.

Activision Blizzard e Google hanno stretto un’importante partnership che vedrà le due compagnie collaborare su più fronti e interesserà, in particolare, quello dei servizi online e delle competizioni di eSport.
Google metterà a disposizione la sua capillare infrastruttura di server e le sue tecnologie di IA e machine learning per migliorare l’esperienza online e le opzioni di personalizzazione dei giochi di Activision Blizzard. Allo stesso tempo, YouTube diventerà l’emittente ufficiale di tutte le competizioni eSportive del publisher tra cui la nuova Call of Duty League e l’Overwatch League.

Si tratta di un accordo che taglia fuori le piattaforme di streaming rivali e in particolare Twitch, già colpita dalla recente migrazione di influencer famosi verso altri lidi come Mixer, Facebook e la stessa Youtube. Anche se la piattaforma di Amazon detiene più del 60% del mercato, nel 2019 per la prima volta ha registrato un calo nell’ammontare di ore di video complessive guardate dai suoi spettatori. YouTube Gaming Live, al contrario, ha visto una crescita del 10% nello stesso periodo. Tra i publisher con i giochi più seguiti su Twitch, Blizzard si colloca al terzo posto, subito dopo Riot Games ed Epic Games.

L’Overwatch League ha debuttato nel 2018 su Twitch grazie a un accordo in esclusiva per la trasmissione dell’evento costato 90 milioni di dollari. (Foto: Blizzard)