Home Arcade News

Arriva il remake del primo Red Dead Redemption?

Nuove voci di corridoio parlano di un'espansione a base di alieni e di un rifacimento dell'episodio originale della serie uscito ormai nel 2010

Non sarebbe pazzesco poter andare per davvero a caccia di alieni nel mondo di Red Dead Redemption2?

Se fossero confermate, sarebbero due notizie da piangerci sopra di gioia, ma per ora sono solo le dichiarazioni di un utente anonimo di Reddit che dice di aver ricevuto delle soffiate da un amico che lavora come environment artist in Rockstar. Quindi una classica variante del “mio cugino mio ha detto”.
Tuttavia, vale la pena soffermarsi sui dettagli dell’ipotetico leak, che comunque rafforza altre altre voci che si sono susseguite negli ultimi mesi.
Prima di tutto, si parla di un DLC con gli alieni per Red Dead Redemption 2 sulla falsa riga di quanto fatto con Terrore dall’Oltretomba per il primo capitolo, che vedeva John Marston alle prese con un esercito di zombi. Terrore dall’Oltretomba ancora oggi è considerato uno dei migliori contenuti aggiuntivi mai prodotti per un videogioco, e dato il vasto numero di easter egg provenienti dallo spazio profondo presenti RDR2, l’idea di un DLC sugli alieni non ci sembrerebbe poi così campato per aria.

Ma veniamo al punto più interessante del post, ossia la notizia che Rockstar è al lavoro su un remake del primo capitolo in arrivo tra la fine dell’anno prossimo e gennaio 2021. Stando alle rivelazioni dell’utente, il gioco era stato previsto per celebrare il decimo anniversario di Red Dead Redemption, uscito nel 2010, ma la lavorazione è andata per le lunghe e ora addirittura due terzi del team di Red Dead Online sarebbero stati spostati su questo progetto (il che spiegherebbe anche i pochi aggiornamenti della modalità multiplayer).
A sfavore di questa teoria c’è il fatto risaputo che il codice originale di Red Dead Redemption è famoso per essere particolarmente problematico, da qui il motivo per cui il gioco non è mai stato portato su PC né è disponibile su PlayStation 4. Un remake quindi sarebbe particolarmente insidioso da realizzare e forse poco redditizio. Allo stesso tempo però proprio qualche settimana fa vi avevamo raccontato di alcuni “esploratori di confine” che erano riusciti a superare i limiti della mappa di Red Dead Redemption 2, scoprendo lì fuori che l’intera regione messicana del primo capitolo è presente anche nel nuovo gioco anche la storia fa sì che non ci si arrivi mai. È un po’ strano quindi che gli sviluppatori si siano prodigati a ricreare quella parte di mondo senza nessuno scopo in particolare, no?
Solo il tempo ci saprà dire, ma siccome si parla anche di alieni ripetiamo tutti insieme: “I want to believe”.

C’è gran parte del Messico (meno le città) del primo gioco riprodotto a puntino in RDR2. Perché?

Leggi anche