Home Arcade Focus On

La Top 5 dei più avanzati trucchi per Death Stranding

Non fate finta di niente, sappiamo tutti che ciò di cui avete bisogno sono altri 5 trucchi per alleggerire il vostro lavoro da corriere in Death Stranding

– Siete ancora sconsolati come Sam perché nonostante i consigli precedenti Death Stranding ancora vi appare pesante? Non disperate.

Sapevamo sarebbe finita così. Avete letto nostra recensione di Death Stranding, il nuovo gioco di Hideo Kojima in esclusiva (temporanea) per PS4, ma non vi siete fidati e avete voluto verificare in prima persona se fosse davvero come ve lo avevamo descritto. Ora l’avete comprato, ci siete dentro, e non volete darla vinta a chi vi diceva di lasciare perdere. Oppure vi siete presi bene per 10 trucchi per godersi Death Stranding pubblicato pochi giorni fa. O forse davvero vi piace, vai a saperlo. In ogni caso, qualunque sia l’ipotesi in cui vi riconoscete, sembra abbiate tutti una grande voglia di leggere qualche altro trucco per rendere meno estenuante l’esperienza. E chi siamo noi per dirvi di no?!

5. Affronta i muli con consapevolezza

Benché all’inizio si possano liquidare a mani nude, i muli rappresentano nella seconda parte di gioco la principale minaccia da cui guardarsi in Death Stranding. Le zone della mappa da loro controllate, delimitate dai paletti gialli, trasformano buona parte delle missioni in un dilemma: attraversarle e rischiare lo scontro o girare al largo e dilatare ulteriormente i tempi? Qualora optiate per la prima possibilità, assicuratevi di arrivare pronti. L’obiettivo dovrebbe essere quello di non farsi individuare. Se siete già stati alla Cronofattoria potete, ad esempio, annullare la rilevazione dei multi attivando l’Odradek appena colpiti dall’onda arancione dei loro radar. Ricordate poi che i muli individuano il carico, non voi, e ciò apre interessanti possibilità, come trappole composte da un semplice holocarro con alcune casse inutili abbandonate sopra. Gli strumenti a vostra disposizione presso i terminali, infine, includono diversi accessori utili per far fronte a un assalto dei muli. Tenendo sempre bene a mente che non è il caso di uccidere in questi frangenti, portate sempre con voi delle casse esca e un fucile spara-bolas se pensate di dover attraversare il loro territorio. Alla peggio, non dimenticate l’utilità della corda per un assalto stealth.

Se vi ritrovate a dover affrontare i multi, non dimenticate di saccheggiare i loro armadietti, sempre carichi di merce interessante.

4. Corri in equilibrio

Un concetto che appare di per sé un paradosso nel mondo di Death Stranding: di norma le due attività sono alternative. O si corre o ci si muove in perfetto equilibrio. Provando uno sprint, infatti, ci si ritrova presto a dover premere il dorsale destro o sinistro per riequilibrare il carico ed evitare una rovinosa caduta. In alternativa, si può procedere tenendo premuti entrambi i dorsali, assicurando così la stabilità anche ad un carico di dimensioni impressionanti, procedendo tuttavia a un ritmo ben più lento dell’ordinario. Benché il gioco non lo dichiari espressamente, durante la marcia in sicurezza è comunque possibile avanzare a una buona velocità. Tutto ciò che è necessario fare è tenere lo stick sinistro puntato precisamente verso l’alto, ordinando insomma a Sam di procedere dritto davanti a sé. Così facendo potrete ottenere una corsetta sostenuta, assicurandovi che Sam non inciampi o capitomboli al primo sassolino. E se dovete curvare, poco male: una volta recuperato il perfetto equilibrio e l’andatura in linea retta, Sam riprenderà a trotterellare.

Questa tecnica non si può usare sempre, ma quando funziona vi consente di impostare una sorta di pilota automatico.

3. Salta… due volte

Un altro comando che il gioco non esplicita è quello del doppio salto. Sembra incredibile, ma anche un gioco che mira al realismo, o almeno alla propria concezione del realismo, come Death Strading include la possibilità di eseguire un secondo salto a mezz’aria, utile per superare dirupi o corsi d’acqua nelle situazioni più concitate. Tutto ciò che bisogna fare e premere una seconda volta il tasto del salto quando Sam si trova nel punto più alto della sua parabola. La precondizione affinché ciò funzioni, tuttavia, è un peso del carico ridotto al minimo: insomma, niente salto in lungo con le bombe atomiche. A proposito: lo sapete che potete saltare anche sui veicoli per evitare gli ostacoli del terreno?

Sembra un vezzo, ma quando riuscirete a superare un dirupo anche in assenza di scale tornerete qui a ringraziarci.

2. Conserva il sangue

Le sacche di sangue sono tra gli oggetti più importanti di Death Stranding, banalmente perché assicurano a Sam la sopravvivenza. Vero che il livello di difficoltà degli scontri è spesso tarato verso il basso e che i rifornimenti da parte dei “fantasmi” degli altri giocatori non mancano mai, ma avere con sé una buona scorta di fluido ematico può essere una buona idea. Il rovescio della medaglia è lo spazio che le sacche di sangue occupano, pari a quello delle altre casse. Un modo per aggirare questo inconveniente si presenta una volta ottenuta la borsa multifunzione: se posizionate all’interno di questa nuova porzione di inventario, infatti, le sacche torneranno a occupare pochi centimetri di spazio, consentendovi di accumularne un numero ben maggiore, liberando al contempo le spalle di Sam.

Prima di sbloccare la borsa multifunzione non ha molto senso caricare casse e casse di sangue sulla schiena.

1. Concediti l’inutile

Dopo avervi suggerito innumerevoli (ok, quattordici per ora) metodi per migliorare la vostra produttività come corrieri espressi per la Bridge, è arrivato il momento di incitarvi a inseguire i vostri sogni, e fare qualcosa di inutile, ma finalmente divertente. Ad esempio, non vorreste creare un bel cratere? Bene, tutto quello che dovrete fare è far morire Sam. Ma non di una di quelle morti da cui il nostro fattorino preferito ritorna fresco e morbido come il culetto di un bambino. No, Sam deve morire divorato da una di quelle CA gigantesche e bestiali contro cui venite trascinati a combattere nella seconda parte del gioco. Altro dettaglio che di sicuro ha attirato tutti i giocatori sono gli ologrammi: inutili, certo, ma bellissimi. Per accenderli e meravigliare gli altri giocatori bisogna portare un costruzione al secondo livello. Ma per stupirli davvero occorrono quelli rari. Si sbloccano, senza sorpresa, eseguendo le consegne standard ed alzando il livello di connessione con strutture e personaggi. Ma sappiamo bene che vi interessa sapere solo come ottenere il dinosauro di Horizon Zero Dawn: bene, tutto ciò che dovete fare è portare la vostra connessione col Prepper Artigiano a sud ovest di Lake Knot City al quinto livello. Forse ora, per la prima volta, consegnare pacchi inizia ad avere un senso e uno scopo.

Non sentitevi in colpa: dopo aver lavorato duramente ore e ore sotto la cronopioggia potete anche concedervi qualche facezia.

Leggi anche