Home Arcade Focus On

La Top 10 dei migliori giovani calciatori in Football Manager 2020

I migliori giovani calciatori, le promesse del futuro, da ingaggiare per trasformare la vostra squadra di Football Manager 2020 nella nuova stella del calcio mondiale

Lavorare con gli scout è fondamentale per scoprire giovani talenti.

Uno degli aspetti che colpisce maggiormente di Football Manager 2020 è il suo smisurato database. Migliaia di giocatori provenienti da decine di campionati differenti, ognuno dotato di una scheda personale e di caratteristiche uniche. Un vero e proprio universo in cui, tra veterani pronti ad appendere le scarpe al chiodo, onesta manovalanza del pallone e bidoni colossali, si trovano anche loro: i fenomeni del futuro. In alcuni casi si tratta di giovani già affermati, che hanno un “cartellino del prezzo” da boutique di alto livello. In altri invece le valutazioni sono decisamente più abbordabili, e la possibilità di concludere un vero affare sono alte. Per aiutarvi nella ricerca, abbiamo selezionato una decina di under 21 da tenere d’occhio. Un mix di giocatori già pronti a ricoprire ruoli chiave e di prospetti che, con il giusto allenamento, potranno crescere fino a diventare veri e propri campioni.

10. Julian Alvarez

Il River Plate è una squadra gloriosa, che nel corso della sua storia ha regalato al calcio mondiale una serie impressionante di campioni. Allo stato attuale, uno dei calciatori più interessanti nella rosa della compagine argentina è Julian Alvarez. Diciannove anni e un talento cristallino, per una punta che ha nella fantasia e nella tecnica due delle sue doti migliori. Un prospetto su cui lavorare, con un consiglio. Visto il fisico minuto (170 cm per 66 Kg) potrebbe essere un’ottima idea arretrare il suo raggio d’azione e trasformarlo in un centrocampista offensivo. Il classico 10 da piazzare dietro alle punte, con la possibilità di svariare liberamente e di sfruttare al meglio tutto il suo clamoroso potenziale.

Julian Alvarez è un prospetto molto interessante, soprattutto tenendo in considerazione la possibilità di un cambio di ruolo.

9. Josha Vagnoman

Non sono molti i laterali capaci di ricoprire tutti i ruoli di fascia. Ancora meno sono quelli che riescono a farlo con risultati apprezzabili su entrambi i  lati del campo. Josha Vagnoman, diciottenne tedesco in forza all’Amburgo, rientra in questa ristretta elite. Imponente (187 cm per 87 Kg), con caratteristiche atletiche di tutto rispetto (migliorabili ulteriormente con specifiche sessioni di allenamento), è dotato di una buona tecnica e di discrete doti di marcatura. Malgrado la giovane età è “pronto all’uso”, e può essere utilizzato come vero e proprio pendolino sia a destra che a sinistra anche da club che aspirano a conquistare posizione di rilievo in classifica. La trattativa con l’Amburgo non dovrebbe essere complicatissima.

Josha Vagnoman è un vero jolly difensivo, in grado di disimpegnarsi senza problemi su entrambe le fasce.

8. Armel Bella-Kotchap

Lavorando a stretto contatto con gli scout e trascorrendo qualche minuto (o meglio, qualche ora) a spulciare il database dei giocatori è possibile trovare dei diamanti grezzi. Calciatori molto giovani, dal grande potenziale, che militano in squadre semisconosciute o che sono ancora relegati alle formazioni giovanili. Come il diciassettenne Armel Bella-Kotchap, difensore centrale dell’under 19 del Bochum. Ben piazzato fisicamente (190 cm per 87 chili) ma comunque dotato di una discreta accelerazione e di una buona velocità di punta, ha tutte le caratteristiche per poter diventare un baluardo difficile da superare per qualunque attaccante. Limiti? Qualche dubbio sulla voglia di impegnarsi, che potrebbe ridurne la crescita. Una scommessa che vale la pena di fare.

In alcuni casi provare ad acquistare un giocatore proveniente dalle giovanili permette di concludere veri e propri affari.

7. Stefan Bajic

Puntare su portieri giovani è spesso un rischio che non viene ripagato. La storia ci insegna di molti fenomeni che svaniscono nel nulla nel breve giro di una stagione (quante volte abbiamo sentito parlare del “nuovo Buffon”?). Acquistare un estremo difensore per poi girarlo in prestito può essere comunque una scelta di mercato interessante, soprattutto una volta individuato il soggetto adatto. Stefan Bajic del Saint-Etienne è un prospetto interessante, molto giovane (17 anni) e con ampi margini di miglioramento. Potrebbero essere necessari alcuni anni prima di considerarlo pronto per un grande club, ma si tratta di un investimento che, nella peggiore delle ipotesi, porterà a una cessione in grado di generare una buona plusvalenza.

I “tempi di maturazione” di un portiere sono solitamente medio-lunghi. Puntare su un giovane è rischioso, ma può essere molto produttivo.

3. Theo Hernandez

Altro volto noto per chi segue il campionato italiano, Theo Hernandez è un’ottima opzione per chi è alla ricerca di un giocatore in grado di ricoprire diversi ruoli sulla fascia sinistra. Malgrado la giovane età (21 anni) ha già tutte le caratteristiche necessarie per ricoprire il ruolo di titolare in una squadra di buon livello, con un mix davvero interessanti tra qualità fisiche, mentali e tecniche. Un prospetto su cui si può lavorare con notevole costrutto sia sulla fase difensiva che su quella offensiva con l’obiettivo finale di ottenere un pendolino capace di bruciare l’erba lungo tutta la linea laterale. Strapparlo al Milan potrebbe essere costoso, ma si tratta di un investimento garantito.

In una stagione al momento tutt’altro che esaltante per il Milan, Theo Hernandez è una delle poche note liete.

5. Javairo Dilrosun

Se siete alla ricerca di un funambolo da piazzare su una fascia, preferibilmente la sinistra, dovreste prendere in seria considerazione Javairo Dilrosun. L’olandese dell’Herta Berlino è dotato di tutte le caratteristiche necessarie per far impazzire le difese avversarie. I parametri in voci quali dribbling (16), cross (16), controllo palla (15), tecnica (15), accelerazione (16) e velocità (15) evidenziano una spiccata propensione offensiva, e la ancora giovane età (21 anni) lascia presagire qualche interessante margine di miglioramento. Necessita di un terzino di copertura, vista le sue limitatissime doti difensive. Una trattativa non semplicissima, ma che non dovrebbe richiedere clamorosi sforzi per essere portata a termine con successo.

Se il vostro schema tattico prevede la presenza di una punta centrale forte di testa, Javairo Dilrosun è la vostra ala ideale.

4. Romario Baro

Le squadre portoghesi sono fucine di talenti inesauribili. Producono un notevole quantitativo di giocatori di ottimo livello. Sono anche delle botteghe piuttosto care, e per riuscire ad assicurarsi i talenti più importanti è spesso necessario partecipare ad aste sfrenate. Scorrendo la rosa del Porto, Romario Baro è un nome da tenere in seria considerazione. È molto giovane (19 anni) ma possiede già alcune interessanti caratteristiche che gli permettono di destreggiarsi a centrocampo sia in fase di contrasto che nella costruzione della manovra. Inoltre i margini di miglioramento sono notevoli e, con allenamenti specifici, è possibile ottenere un infaticabile diga pronta a fermare gli avversari (e a ripartire) per novanta minuti. Una trattativa difficile, ma non impossibile.

Visionare con attenzione le squadre portoghesi è un’ottima scelta. I talenti non mancano in terra lusitana.

3. Sandro Tonali

Se non avete voglia di intavolare una trattativa con il Porto per Romario Baro (o se volete giocare su due tavoli per aumentare le vostre chance di successo) un altro centrocampista su cui tenere gli occhi ben aperti è Sandro Tonali. Diciannove anni, titolare inamovibile del Brescia e già nel giro della nazionale, Tonali ha tutte le carte in regola per diventare un perno del centrocampo di qualunque squadra, anche delle più blasonate. Le sue doti tecniche lo rendono un perfetto regista arretrato, pronto a dare il via alla manovra sia con lanci lunghi che partendo palla al piede. Cellino è un osso duro, ma di fronte a un’offerta di un certo peso (soprattutto se proveniente da una squadra blasonata) è destinato a capitolare.

Tonali sarà uno dei protagonisti del prossimo calciomercato estivo. Per fortuna in Football Manager 2020 è ancora disponibile a prezzi abbordabili.

2. Sebastiano Esposito

Provare ad acquistare Sebastiano Esposito. Questa è una delle prime trattative che vi consigliamo di imbastire, soprattutto se volete lavorare sul lungo periodo. Il giovanissimo (16 anni) attaccante nerazzurro è infatti un prospetto interessantissimo, che nelle giuste mani potrebbe diventare una delle migliori punte in circolazione. Un mix di qualità fisiche, mentali e tecniche ben equilibrate tra loro, destinate a crescere in maniera costante anno dopo anno. Lo sappiamo noi, e purtroppo lo sa anche l’Inter. Questo vuol dire che, malgrado la valutazione sia piuttosto abbordabile (1,9 milioni di euro), per riuscire ad acquistarlo sarà necessaria una proposta economica decisamente più alta.

Strappare Sebastiano Esposito all’Inter non sarà facile, ma il potenziale è tale da valere un corposo investimento.

1. Erlig Haaland

Ok, lo ammettiamo. Ci piace vincere facile. Haaland in prima posizione dei giovani top da acquistare in Football Manager 2020 è una scelta prevedibile. Ma è anche la migliore possibile, per diversi motivi. Primo fra tutti il valore del ragazzo. Le sue statistiche di base sono piuttosto interessanti, e considerando il margine di crescita potenziale è facile immaginare come con il giusto allenamento il giovane attaccante norvegese possa trasformarsi in un vero e proprio fenomeno. Inoltre, al contrario di quanto accade con altri giocatori inseriti in questo elenco, la sua squadra di appartenenza (il Salisburgo) è ben disposta ad avviare una trattativa. La valutazione è molto bassa (14 milioni), mentre il costo stimato si aggira tra i 22 e 46 milioni di euro. Una trentina e qualche bonus potrebbero essere sufficienti per avere in rosa il vostro attaccante titolare per i prossimi quindici anni.

All’inizio della stagione potete anticipare la concorrenza e acquisire una punta clamorosa, senza pagare commissioni a Raiola e a parenti vari.