Home Arcade Focus On

La Top 10 dei migliori giochi cooperativi

Il principio dei videogame cooperativi è semplice: giocare insieme, di fronte allo stesso schermo o via Internet, dandosi un aiuto reciproco per raggiungere il prossimo obiettivo. Dietro questa semplice meccanica, tuttavia, si nasconde un sottobosco di titoli favolosi tutti da provare. Ecco la classifica dei migliori

La comunicazione e la pianificazione sono due elementi cardine dei titoli cooperativi.

Escludendo i titoli che cercano di puntare sulle emozioni e di offrire esperienze da vivere in maniera personale, giocare in compagnia continua a essere uno dei grandi piaceri del mondo dei videogiochi. Perché l’intero pacchetto composta da discussioni, pianificazione collaborazione, salvataggi e combattimenti regala sensazioni uniche, soprattutto in caso di vittoria finale. Oppure, in caso di umiliante sconfitta, fornisce una scusa per dare sempre la colpa a un vostro compagno. Scherzi a parte, è il momento di chiamare a raccolta i propri amici per una top ten all’insegna della cooperazione.

10. Payday 2

Payday 2 offre una possibilità non comune nel mondo dei videogiochi, quella di interpretare il ruolo dei cattivi di turno. Il titolo di Overkill Software permette infatti al giocatore di vestire i panni di un gruppo di criminali impegnato in una serie di rapine, in un susseguirsi di colpi in banca che possono essere affrontati utilizzando diversi piani. Chi cerca una soluzione “pacifica” può optare per un approccio marcatamente stealth, in cui i contatti con le forze dell’ordine sono ridotti al minimo e l’uso della violenza è l’ultima risorsa da utilizzare. Chi invece preferisce agire in modo più diretto può fare ampio uso di un arsenale che comprende esplosivi e vari modelli di fucili. In entrambi i casi, la comunicazione è fondamentale per chi vuole avere qualche speranza di fuggire con il malloppo.

Portare a termine un colpo in maniera furtiva è molto difficile, ma anche estremamente soddisfacente.

9. Lego Marvel Super Heroes 2

I titoli Lego sono semplici, estremamente godibili e adatti a tutti. E possono essere giocati in coppia. Meritano un posto in questa classifica tenendo in considerazione un target specifico: i giocatori più giovani. Grazie alla loro struttura lineare le avventure create da TT Games sono un perfetto punto di ingresso per chi si appresta a prendere per la prima volta un pad in mano. Ideali per chi vuole trascorrere qualche ora in compagnia dei propri figli, nipoti o fratelli minori. Noi abbiamo scelto di impersonare i super eroi della Marvel, ma la gamma di opzioni disponibili è notevole e spazia dalla saga di Harry Potter a quella di Guerre Stellari, da Jurassic World al Signore degli Anelli, senza dimenticare poi i personaggi della DC Comics e le creazioni originali dedicate a Lego Movie e ai Ninjago.

Colorati, semplici da giocare, divertenti. I giochi Lego sono perfetti per i giocatori più giovani.

8. Keep Talking And Nobody Explodes

È una scena che abbiamo visto decine di volte in film d’azione. Un momento drammatico. Un detonatore, un conto alla rovescia, decine di fili colorati, un paio di pinze e un’unica domanda: quale tagliare? Keep Talking And Nobody Explodes propone proprio questa situazione, trasportando i giocatori in un contesto esplosivo sotto ogni punto di vista. Con una interessante particolarità. L’azione si svolge infatti su due piani ben distinti ma dipendenti uno dall’altro. Da una parte abbiamo l’artificiere, l’unico che vede l’ordigno esplosivo. Dall’altra abbiamo l’esperto, che invece dispone del manuale nel quale vengono spiegati i passi necessari a disinnescare la bomba. Le possibilità di salvezza sono legate alla capacità di comunicazione, in un titolo estremamente coinvolgente e in cui la tensione cresce con l’avvicinarsi del fatidico zero.

Keep Talking And Nobody Explodes propone su dispositivi VR una sfida originale, divertente e carica di tensione.

7. The Division 2

The Division 2 è un titolo ricco, caratterizzato da una corposa componente multigiocatore. Seguendo una prassi consolidata è possibile affrontare missioni cooperative con giocatori incontrati casualmente, oppure con una squadra di amici. Inutile sottolineare come sia proprio in quest’ultimo caso che il titolo di Ubisoft offra il meglio di sé. Agire in maniera coordinata e creare un team con abilità e set di armi complementari che permettano di affrontare al meglio ogni situazione è fondamentale per riuscire a portare a termine le missioni più complesse. Un sistema che adatta il numero e la potenza dei nemici alle caratteristiche del party garantisce sempre una sfida intensa e impegnativa al punto giusto.

Con una squadra di amici a disposizione The Division 2  è un’esperienza di gioco estremamente divertente e gratificante.

6. Overcooked 2

Come avrete notato, e noterete scorrendo le varie posizioni di questa classifica, in buona parte dei giochi cooperativi si combatte, si spara e si uccide. In Overcooked 2 no. L’unica cosa che rischia di fare una brutta fine è un piatto di pasta. O uno sformato. Potreste lasciare un vostro manicaretto troppo a lungo sul fuoco, bruciandolo. O, per usare un termine caro al grande Bruno Barbieri, trasformandolo in un mappazzone. Il titolo di Ghost Town Game è un simpaticissimo party game adattissimo per le serate in compagnia, in cui la pianificazione e la velocità di esecuzione sono fondamentali per mandare avanti il servizio e nutrire gli (affamati e pericolosi) clienti. La dimostrazione lampante di come pochi e semplici ingredienti possano dare vita a una ricetta succulenta.

Overcooked 2 è un titolo perfetto per coinvolgere anche gli amici con poca esperienza nel campo dei videogiochi.

5. Destiny 2

Il vostro gruppo di giocatori è stanco di combattere solamente sulla terra e non vede l’ora di trovare il titolo giusto per spostarsi anche nello spazio? Allora la vostra ricerca si può considerare conclusa di fronte a Destiny 2. Bungie propone infatti un’epopea che si dipana tra diversi pianeti e che mette in campo una campagna piuttosto corposa (affrontabile in coppia), affiancata da tutta una serie di modalità multigiocatore sia competitive che cooperative. Le cose da fare non mancano, le armi e gli equipaggiamenti da recuperare non mancano ma, cosa più importante non manca il divertimento. In Destiny 2 sparare è un vero piacere, ed è davvero facile farsi risucchiare in un vortice composto da raid, eventi e missioni.

Personalizzare il proprio guardiano è importante anche dal lato estetico. In fondo, anche l’occhio vuole la sua parte.

4. Cuphead

Cuphead è un titolo che si basa su concetti semplici. Si salta tanto. Si spara tanto. Si muore tanto. Nella miglior tradizione degli sparatutto classici, propone una sfida dura e impegnativa, in cui ogni errore viene pagato a caro prezzo. Per questo motivo può essere una buona idea farsi affiancare da un amico che, fornendo potenza di fuoco extra, può aiutare a ridurre in brandelli le decine di nemici che si susseguono senza sosta. Certo, la presenza di un compagno di avventura intasa ulteriormente uno schermo già pieno di proiettili, rendendo la situazione ancora più caotica, ma è un rischio che vale la pena correre. Divertentissimo da giocare, e una vera e propria figata da guardare.

Cuphead è un vero e proprio capolavoro che colpisce gli occhi, il cuore, le mani (che controllano il pad) e la bocca (che lancia improperi).

3. Rocket League

Un’arena gigantesca, con delle porte gigantesche e una palla gigantesca. Una partita a uno sport che nelle sue dinamiche base potrebbe anche ricordare il calcio, con una piccola differenza. Le squadre sono composte da macchine. Tra accelerazioni, sbandate, salti, evoluzioni e colpi volanti Rocket League è diventato un classico. Il titolo di Psyonix Studios ha il pregio di essere estremamente coinvolgente sin dalle prime partite, ma di vantare al tempo stesso tutta una serie di dinamiche (in particolar modo la fisica del pallone e degli impatti) che richiedono notevole maestria per essere padroneggiate al 100%. In compagnia è un vero spasso, soprattutto con un team affiatato in grado di difendere e di attaccare in maniera coordinata.

Come in tutti gli sport di squadra, in Rocket League i movimenti coordinati sono alla base del successo.

2. Monster Hunter World

Monster Hunter World è un titolo che impiega un po’ a ingranare. La prima parte di gioco, quella che potremmo definire come storia principale, scorre in una serie di incontri e di scontri guidati che portano a conoscere (e ad affrontare) creature sempre più potenti e pericolose. Una volta raggiunti i titoli di coda, la caccia ai mostri si apre e diventa libera, sprigionando tutto il suo potenziale. Soprattutto a squadre. Combattere in compagnia è estremamente divertente e appagante, anche perché la quantità di armi e di equipaggiamenti disponibili permette di creare differenti strategie, diversificando gli attacchi e miscelandoli con oggetti curativi in grado di salvare la vita all’intero gruppo. Un vero spettacolo, con giganti cattivissimi quali il Teostra e il Diablos pronti a far sudare le proverbiali sette camicie. Ma che soddisfazione vederli cadere!

Lunghi e impegnativi. I combattimenti di Monster Hunter World mettono alla prova anche i giocatori più smaliziati.

1. A Way Out

A Way Out è un titolo unico nel suo genere. Si tratta infatti di un’avventura che non dispone di una modalità single player, ma che può essere vissuta solamente in coppia. Nei panni di due detenuti, i giocatori devono collaborare con l’obiettivo di organizzare la propria evasione e, una volta liberi, di proseguire la propria fuga. La struttura propone soluzioni tipiche dei titoli d’azione, ma la necessità di comunicare costantemente e di coordinare i movimenti rende l’esperienza di gioco molto intrigante. Valore aggiunto è dato dalla trama, interessante, e dalla componente tecnica che propone una buona varietà di ambientazioni e un character design molto curato. Non è difficilissimo (anzi), ma è piuttosto divertente da affrontare sia online che in compagnia di un amico comodamente seduti sul divano di casa.

Gli zombie sono diventati rapidamente i nemici preferiti dei giocatori di Call of Duty.