Home Arcade Focus On

La classifica degli indie più attesi del 2020

A volte i videogiochi più belli, divertenti e innovativi si nascondono nei posti più impensati: tenete d’occhio questi dieci, piccoli, indie. Ne sentirete parlare

Abbiamo selezionato i più promettenti titoli indie dei prossimi dodici mesi: guardate che roba.

L’anno appena iniziato ci offrirà moltissimi nuovi giochi, molti dei quali hanno già appuntata sul petto la medaglia di capolavori annunciati. Chissà poi cosa ci riserverà la next-gen in arrivo alla fine del 2020. Tra tanti Tripla A e nuove, potentissime macchine che scalpitano per dare vita all’ennesima console war, arriveranno però una miriade di titoli più o meno indipendenti che cercheranno di farsi largo in mezzo ai colossi. Ne abbiamo scelti 10 e vi consigliamo di segnarvi il loro titolo perché potrebbero rappresentare la “next big thing”.

10. Soundfall (Drastic Games – Estate 2020)

Un dungeon crawler basato sui ritmi musicali, costruito seguendo la falsa riga tracciata dall’eccellente Crypt of the Necrodancer (se non lo avete giocato ancora, fatelo!) Un inferno di suoni, luci e colori nel quale la protagonista di nome Melody viene accolta, per non dire scaraventata. Come i più blasonati trailer recitano: “incredibili avventure, nuove amicizie e terrificanti nemici attendono la nostra improvvisata eroina”… ma con due cuffie acustiche in testa e della buona musica si affronta tutto meglio, non trovate?

In teoria avrebbe dovuto vedere la luce lo scorso anno, ma l’uscita è stata rinviata per motivi ancora sconosciuti. La prima metà del 2020 dovrebbe bastare per sistemare tutti i problemi avuti finora e per vedere Soundfall disponibile sugli store digitali PC, PS4, Xbox One e Nintendo Switch.

9. Mineko’s Night Market (Meowza Games – TBA 2020)

Vibrazioni da Studio Ghibli in questa avventura in cui interpreterete una piccola ragazzina appena trasferitasi in un’isola di chiara ispirazione giapponese nella quale tutti adorano i gatti. È una sorta di Animal Crossing nel quale dovrete svolgere una serie di attività per… tirare a campare. Scherzi a parte, potrete andare a pesca, cercare minerali nelle grotte, tagliare legna con cui costruire oggetti di vario genere, impegnarvi in divertenti mini-giochi e ovviamente allevare gatti. Gli oggetti che riuscirete a creare potranno essere venduti al mercatino notturno, nel quale incontrerete strani tizi con cui dovrete anche parlare per scoprire i numerosi misteri che l’isola nasconde. Lo stile grafico? Assurdamente accattivante. Un gioco Nintendo senza marchio Nintendo, che uscirà però anche su una console Nintendo, la Switch. Oltre che su PC.

8. Coffee Talk (Glumberland – TBA 2020)

Nel momento in cui leggete questo gioco potrebbe già essere uscito, ma anche se non fosse una demo su Steam la trovate sicuramente. È un titolo molto particolare nel quale vestirete i panni di un barista in una versione alternativa di Seattle. Di fronte a voi si alterneranno moltissimi NPC di razze diverse, provenienti anche da altri pianeti o realtà alternative. Aspettatevi avvenenti aliene dalle orecchie a punta ma anche nani, elfi e via dicendo. Dovrete ascoltare le loro chiacchiere, magari dare loro qualche consiglio e nel frattempo servirgli un fumante cappuccino che potrete anche decorare. È una sorta di rilassante “talking simulator”, perfetto per una pausa tra uno sparatutto e un’avventura ad alto tasso d’azione. Ogni tanto si ha bisogno di mordere il freno anche nei videogiochi e questo potrebbe essere il titolo giusto per farlo.

7. ITTA (Armor Games Studio – TBA 2020)

Un twin stick shooter con una grafica minimalista che ricorda il bellissimo Sword & Sworcery dei Superbrothers. In realtà sarebbe più appropriato inserire ITTA nella categoria “bullet hell”, ovvero quegli sparatutto in cui vengono vomitati migliaia di proiettili addosso al giocatore, che per sopravvivere deve dimostrare doti di concentrazione e coordinazione al limite del paranormale. Date un’occhiata al trailer qui sotto, se il vostro cuore inizierà ad andare oltre i 120 battiti al minuto vuol dire che avete trovato il vostro gioco. Tenete d’occhio il sito ufficiale, perché per ora purtroppo non ci sono date di uscita certe, ma anche questo dovrebbe farcela per il 2020.

6. Industries of Titan (Brace Yourself Games – TBA 2020)

Strategia e simulazione si fondono in questo gioco le cui atmosfere strizzano ovviamente l’occhio a Blade Runner. Il vostro scopo sarà costruire, far crescere e difendere una città industriale sita su Titano, che come Wikipedia insegna è “il più grande satellite naturale di Saturno”. Non mancheranno combattimenti tra le nuvole con astronavi che ovviamente sarete voi a dover costruire e personalizzare secondo le vostre esigenze. Il tutto si svolgerà in tempo reale ma con la possibilità di mettere in stand-by per piccole pause.

Di tutti i giochi presenti in questa classifica è forse l’unico che rischia di uscire addirittura nel 2021, ma noi incrociamo le dita e lo appuntiamo sul calendario per le prossime feste natalizie… magari uscirà direttamente su PS5 e Xbox Series X.

5. Backbone (EggNut – TBA 2020)

Un’avventura distopico-noir ambientata in un universo alternativo, nel quale Vancouver è una città abitata solo da animali antropomorfi. Ne è protagonista il detective privato Howard Lotor, un procione dal cervello fine che dovrà risolvere misteri degni di Mike Spillane. Cercare indizi, raccogliere prove, interrogare sospetti e se necessario indossare la maschera da duro. Questo è ciò che vi aspetta in Backbone, un gioco dotato tra l’altro di una delle migliori grafiche pixel-art che abbiamo visto negli ultimi tempi. L’arrivo è previsto entro la fine dell’anno praticamente su ogni piattaforma attualmente esistente, ma se volete dare un primo assaggio su Steam è disponibile un breve prologo free-to-play.

4. Death Trash (Crafting Legends – Primavera 2020)

Questa meraviglia post-apocalittica cyberpunk in pixel art è in realtà giocabile fin da ora visto che la trovate in Early Access su Steam. La versione completa e ottimizzata arriverà però solo nel primo trimestre dell’anno appena iniziato. La trama parla dell’ennesima invasione aliena, ma stavolta i cattivi extraterrestri troveranno ad attenderli dei ca**utissimi punk armati fino ai piercing. In realtà potrete anche familiarizzare con i mostri che incontrerete ma a chi vogliamo darla a bere, sarà molto più divertente combatterli. Azione, stealth, armi a profusione e anche insospettabilmente profondi elementi RPG dovrebbero dare vita ad un mix davvero gustoso. Quasi dimenticavamo, si potrà giocare anche in coop locale su schermo diviso.

3. Hollow Knight: Silksong (Team Cherry – TBA 2020)

Ok, visto il successo del precedente capitolo questo non può essere considerato un vero e proprio outsider, ma visto che con molto probabilmente uscirà verso la fine dell’anno, quindi in pieno marasma da next-gen, il rischio di non vederlo arrivare è alto. Trattasi del sequel di uno dei migliori ibridi metroidvania-soulslike, un action/platform che richiede pazienza e dedizione, ma che ripaga il giocatore con un’avventura indimenticabile. Le premesse affinché la magia si ripeta anche in Silksong ci sono tutte, anzi ci aspettiamo qualcosa di ancora più grandioso e impegnativo. A voi ovviamente consigliamo di non perderlo di vista.

2. Sable (Shedworks – TBA 2020)

Il gameplay trailer con cui questo titolo è stato annunciato all’E3 del 2018 ha provocato svariati slogamenti mascellari, ma da allora non ne abbiamo avuto più notizie. Gli sviluppatori hanno fatto sapere che i lavori procedono senza intoppi e che il gioco dovrebbe arrivare nella seconda metà di quest’anno. Provate ad immaginare uno Shadow of the Colossus in salsa sci-fi, con una grafica in toon-shading che lo fa assomigliare ad un quadro di Dalì. Se sarà interessante da giocare anche la metà di quanto è bello da vedere potrebbe diventare uno dei migliori Indie di sempre.

1. 12 Minutes (Luis Antonio – TBA 2020)

Allo scorso E3 è stato uno dei più ammirati e ha vinto il titolo di miglior gioco Indie. L’idea alla base di 12 Minutes è stata usata più volte al cinema, molto meno nei videogiochi: loop temporali. Il gioco inizia con quella che sembra una normale serata romantica. Una coppia siede ai lati opposti di un tavolo e si scambia tenerezze finché un agente irrompe nella stanza, accusando la donna di omicidio e picchiando l’uomo a morte. Dissolvenza in nero e la scena si ripete ancora… ancora… e ancora. Il vostro scopo sarà sfruttare quei 12 minuti di tempo per capire cosa stia accadendo e cambiare il vostro destino. Tutto questo è stato ideato da una sola persona, un unico sviluppatore la cui promettente opera verrà pubblicata quest’anno dal publisher Annapurna Interactive su PC e Xbox One. Sbattete gli occhi troppo lentamente e potreste perdervelo, sarebbe davvero un grosso peccato.

 

 

 

Leggi anche