Home Arcade Focus On

I pronostici di Fifa 20 per l’ultima giornata di Champion

Ultima giornata dei gironi eliminatori di Champions League e tante sentenze definitive: come si comporteranno i pronostici di FIFA 20?

50%. Siamo esattamente al 50%. La sesta giornata ci dirà se FIFA 20 avrà un saldo positivo o negativo nei gironi eliminatori di Champions League.

Dopo un filotto tutto sommato positivo, con un discreto quantitativo di pronostici indovinati, la quinta giornata dei gironi eliminatori di Champions League è stata una vera e propria debacle per FIFA 20. Una Caporetto. Nessun risultato azzeccato, per uno zero su quattro a dir poco umiliante. Abbiamo comunque deciso di non perderci d’animo e di dare ancora una possibilità al titolo EA. Eccoci quindi giunti al momento della verità. Tra poche ore le squadre torneranno in campo, e vedremo se quanto successo sui campi virtuali sarà confermato (o sonoramente smentito) anche nella realtà.

Napoli – Genk

Il Napoli si presenta in campo per l’ultima partita del girone con una situazione di classifica a dir poco ottima. Le possibilità di qualificarsi per la squadra di Ancelotti sono molto elevate e, fatto da non sottovalutare, per passare al turno successivo non ha bisogno di “favori” da altre squadre. È infatti sufficiente un pareggio per assicurarsi in maniera matematica l’ingresso agli ottavi di finale. Partendo da questi presupposti, malgrado le tensioni che nell’ultimo mese aleggiano tra società e giocatori, la partita dei partenopei è all’insegna della tranquillità. Il Genk prova nelle fasi iniziali a creare qualche grattacapo a Meret, senza però riuscire a impensierirlo più di tanto. Dal venticinquesimo del primo tempo, la partita si trasforma in un monologo di Mertens. Dopo uno spettacolare tiro al volo dal limite dell’area (alto), una conclusione a tu per tu con Coucke (parata) e una bordata da posizione defilata (a lato), la palla si insacca finalmente in rete al sessantacinquesimo. Gli ultimi venti minuti trascorrono senza particolari scossoni, e sono resi ancora più tranquilli dal raddoppio di Zielinski, che sigilla vittoria e qualificazione.

Risultato 2 –0 (Mertens, Zielinski)

Su FIFA 20, Mertens è stato il protagonista assoluto della partita del Napoli. Un’ottima performance, impreziosita da un gol di ottima fattura.

Inter – Barcellona

Serata di gala a San Siro, che si presenta con il vestito della festa. Tutto esaurito per una partita che potrebbe voler dire qualificazione agli ottavi di finale per i nerazzurri. Il Barcellona arriva a Milano forte della prima posizione garantita nel girone e, proprio per questo motivo, Valverde lascia a riposo alcuni dei suoi fenomeni. I blaugrana scendono in campo con una formazione che è comunque competitiva, e che nella prima mezz’ora crea un paio di potenziali occasioni non sfruttate per errori di misura. La svolta della partita avviene al trentatreesimo. Buco clamoroso di Lenglet e Lukaku si invola da solo in area. Conclusione precisa e gol. Una paratona di Handanovic su Griezmann sul finire del primo tempo permette agli uomini di Conte di andare al riposo ancora in vantaggio. Il secondo tempo ha un solo, grande sussulto, al sessantesimo. Inserimento perfetto di Vecino, collo pieno al volo e palla che si insacca rasoterra sul primo palo. Una vittoria convincente, che permette all’Inter (almeno stando a FIFA 20) di agguantare la qualificazione senza dover attendere il risultato del Borussia Dortmund.

Risultato 2 – 0 (Lukaku, Vecino)

È Lukaku ad aprire le marcature, con un’azione solitaria e una conclusione che unisce potenza e precisione.

Bayer Leverkusen – Juventus

L’ultima partita del girone è una sorta di gita turistica per la Juventus. La qualificazione è acquisita da tempo, e il primo posto è stato blindato matematicamente con la vittoria sull’Atletico Madrid. Per questo motivo, complici diverse assenze soprattutto a centrocampo, i bianconeri possono lasciare spazio ad alcuni giocatori che non sono stati utilizzati con continuità nella prima parte della stagione. Il Leverkusen, dal canto suo, può ancora puntare a una miracolosa qualificazione, ma per mantenere vive le sue speranze deve assolutamente vincere contro i bianconeri. Grandi aspettative alla BayArena, che soprattutto nel primo tempo vengono disattese. Poche, pochissime emozioni, con le difese che riescono piuttosto agevolmente ad avere la meglio sugli attacchi. Più vita nella ripresa, con i tedeschi che provano a gettarsi in avanti in cerca del vantaggio. Protagonista in negativo Havertz, che manca un paio di occasioni a dieci minuti dal termine. Più preciso invece Dybala, che conclude una rapida ripartenza con una rasoiata dal limite dell’area e sigla la vittoria della Juventus.

Risultato 0 – 1 (Dybala)

La Juventus gioca rilassata e conquista una vittoria utile più per il morale che per la classifica.

Shakthar Donetsk – Atalanta

L’inizio dell’avventura in Champions League dell’Atalanta non è stato molto incoraggiante. Le prime partite hanno infatti mostrato una squadra impacciata, incapace di sfruttare le occasioni e troppo fragile nel reparto difensivo. La situazione è migliorata in corrispondenza del “girone di ritorno” e ora, pronti a scendere in campo per l’ultimo incontro della prima fase, gli uomini di Gasperini possono ancora sperare di qualificarsi. Purtroppo stando a quanto pronosticato da FIFA 20, il passaggio del turno rimarrà un sogno irrealizzato. Dopo un primo tempo avaro di emozioni, in cui l’unico sussulto è rappresentato da un gol annullato alla Shakthar (inserimento in netto fuorigioco di Kovalenko), è la parte iniziale della ripresa a decidere l’andamento della partita. Come pugili che si scambiano colpi a ripetizione, le due squadre sono protagoniste di un repentino botta e risposta. Muriel conclude a lato da posizione vantaggiosa, mentre Junior Moraes insacca il bersaglio da posizione centrale. Uno a zero, un risultato che non cambia più fino al triplice fischio dell’arbitro e che segna l’uscita dell’Atalanta dalla sua prima Champions League

Risultato 1 – 0 (Moraes)

La nostra speranza è che, almeno in questa partita, il pronostico di FIFA 20 venga sonoramente smentito.

 

 

Leggi anche