Home Arcade Focus On

I migliori giochi per trasformarsi in ladri

Di furti clamorosi è piena la storia, pensate anche a quello recente al Castello di Dresda, al punto che ci è venuta voglia di vedere quali videogame possono trasformarci nei prossimi Diabolik: ecco i dieci migliori

Nella stragrande maggioranza dei titoli d’azione open world è possibile derubare nemici, npc e altri giocatori.

Siete in crisi. Avete assolutamente bisogno di risorse, ma non riuscite a trovarle. Mentre vagate senza meta, presi dai vostri pensieri, vi imbattete in una casa. Vedete un uomo che esce dalla porta e si allontana. E pensate che, magari, all’interno dell’abitazione potreste trovare qualcosa di utile. Che fare? Resistere all’impulso di commettere un furto oppure entrare in azione? Un bivio morale che si presenta spesso nel mondo dei videogiochi. Perché i titoli in cui dedicarsi a rapine e ruberie, o in cui i furti sono addirittura il fulcro della struttura di gioco, sono tanti. Davvero tanti. Abbiamo selezionato i dieci migliori per voi.

10. Thief Simulator

Thief Simulator è esattamente quello che il titolo lascia intendere. Un simulatore di ladro. Senza elementi narrativi che cerchino di giustificare i furti. Senza scuse. Muovendovi all’interno di un tipico quartiere della provincia americana, avrete la possibilità di osservare palazzi, case e negozi in cerca del vostro obiettivo. Una volta scelto che colpo mettere a segno, non vi resterà che utilizzare gli oggetti a vostra disposizione per spaccare vetri, aprire porte e scassinare serrature. L’aggiunta di un semplice sistema di evoluzione del personaggio inserisce qualche interessante variazione sul tema, e permette di approcciare alcuni colpi utilizzando tattiche differenti. Disponibile anche in versione VR.

Scassinare le serrature richiede un mix di calma e di manualità.

9. Fallout 4

Come comportarsi in un mondo post-atomico? Quali azioni devono essere considerate lecite per riuscire a sopravvivere? Quanto la propria salute e la propria sicurezza possono essere ottenute a scapito delle altre persone? Domande a cui è difficile dare una risposta, che si ripetono più volte giocando a Fallout 4. Il titolo Bethesda propone un’ambientazione inospitale, in cui le risorse sono limitate. Per questo motivo, rubare oggetti diventa un’opzione da tenere in seria considerazione. Riuscire a impossessarsi dei beni altrui non è particolarmente difficile, basta agire con cautela assicurandosi di non essere osservati, e l’assenza di un sistema morale (presente in altri capitoli della serie) non punisce in alcun modo le malefatte. Non resta che fare i conti con la propria coscienza, ma quella potrebbe essere stata spazzata via insieme alla civiltà moderna.

In Fallout 4 esplorare in cerca di oggetti (custoditi o incustoditi) è un’azione fondamentale.

8. Payday 2

Abbiamo già avuto modo di parlare di Payday 2 nella classifica dei migliori giochi cooperativi, ma non potevamo comunque esimerci da inserirlo anche all’interno di questa top 10. Il motivo è semplice. Quando si tratta di rubare, il titolo di Overkill è sempre in prima linea. Tanti i colpi proposti, numerose le variabili da tenere in considerazione e interessantissima la possibilità di adottare stratagemmi differenti. Entrare in banca con i fucili spianati trasmette in tutto il corpo scariche di adrenalina, ma nulla può eguagliare la sensazione che si prova a portare a termine una rapina mantenendo un basso profilo, evitando spargimenti di sangue ed allontanandosi fischiettando, come se non fosse successo nulla.

Non tutte le rapine riescono con il buco. A volte estrarre le armi e sparare è l’unica possibilità per fuggire.

7. Sly Cooper 2: La Banda Dei Ladri

Ci sono un procione, una tartaruga e un ippopotamo che parlano tra loro. No, non è l’inizio di una barzelletta. Anzi, con tutta probabilità è l’inizio di qualcosa di serio. Di molto serio. Perché i tre animali in questione sono Sly Cooper, Bentley e Murray, ovvero i componenti della famigerata Banda Cooper. Una banda specializzata in colpi all’apparenza impossibili, ricercata dalle polizie di mezzo mondo e protagonista di alcuni tra i più divertenti platform game disponibili su console Sony. Il nostro episodio preferito è il secondo, che propone missioni in ambientazioni aperte caratterizzate da un pizzico di stealth, una dose di pianificazione e una manciata di pura azione. Il tutto condito da un’abbondante spruzzata di umorismo e da un look cartoon particolarmente azzeccato.

La banda di Sly Cooper è a riposo da molto tempo. Sarebbe piacevole vederli tornare in azione con una nuova avventura.

6. GTA V

Una classifica dedicata ai furti non può essere considerata completa senza GTA V. Il titolo Rockstar propone infatti una innumerevole quantità di attività illegali, con la possibilità di eseguire rapine e ruberie varie un po’ ovunque. Arricchire il proprio conto in banca a spese dei cittadini di Los Santos è un’azione certamente riprovevole, ma siamo sicuri che chiunque abbia vestito i panni di Trevor, Franklin e Micheal non si sarà posto grossi problemi di carattere morale. L’approccio ai furti in GTA V è diretto, senza troppi fronzoli, strategie o tentativi di passare inosservato. Armi ben in vista, poche parole e tanta azione. Discorso questo valido anche per la componente online, altrettanto ricca di potenziali bersagli che comprendono anche ogni genere di mezzo di trasporto, da macchine a elicotteri, da barche ad aeroplani.

In GTA V viene lasciato poco spazio allo stealth e alla pianificazione. Rubare è un atto diretto, deciso, veloce.

5. Red Dead Redemption 2

Esistono numerose possibilità per arricchirsi nel mondo di Red Dead Redemption 2. Alcune sono legali e non causano potenziali problemi con la legge. Altre lo sono meno. Molto meno. Andando a spulciare tra queste ultime, un metodo semplice per raggranellare subito un gruzzolo più o meno ingente è quello di rapinare un negozio, una banca, un treno o una carrozza. Ovviamente ogni obiettivo presenta insidie e ostacoli differenti e, anche preparandosi al meglio, si può correre il rischio di finire con una pallottola in corpo. Meno pericolosi i furti nelle case. Scegliendo con cura una magione isolata e mantenendo un basso è possibile muoversi senza particolari intoppi, entrando e uscendo con il malloppo in pochi minuti.

In un mondo popolato da fuorilegge, le rapine e i furti sono all’ordine del giorno.

4. Untitled Goose Game

Alcuni ladri agiscono con il solo obiettivo di arricchirsi. Altri invece cercano il brivido, le emozioni, il rischio. E poi c’è lei. L’oca protagonista di Untitled Goose Game. Che vuole solamente e semplicemente rompere le palle. E, diciamo la verità, riesce benissimo nel suo obiettivo. Una delle maggiori sorprese degli scorsi mesi, ampiamente premiata nella nostra recensione, l’avventura sviluppata da House Studio dimostra come un’idea all’apparenza folle possa essere trasformata in un’esperienza estremamente divertente, da affrontare con il sorriso sulle labbra. Un viaggio costellato da persone da infastidire e da decine di oggetti da sottrarre ai legittimi proprietari. L’oca stealth ci mancava e, dopo averla controllata per qualche giorno, non capiamo come abbiamo potuto vivere fino ad ora senza di lei.

Non avrà un aspetto che incute timore, ma l’oca protagonista di Untitled Goose Game è una ladra temibile e famelica.

3. Monaco: What’s Yours Is Mine

Una gruppo di ladri, ognuno dotato di specifiche abilità. Un grosso colpo da portare a termine. Un piano perfetto. Imprevisti e sorprese varie. Vi sembrano i cardini della trama di Ocean’s Eleven, Twelve, Thirteen o Eight (o qualunque altro numero)? Vero, ma non solo. Sono infatti anche i punti di partenza da cui si sviluppa Monaco: What’s Yours Is Mine. Lanciato nel 2013 da un piccolo team indipendente, è una vera e propria perla di game design. Un titolo piacevole se giocato da soli, che diventa addirittura esaltante nella modalità multigiocatore. Strategia, pianificazione e azioni si uniscono a una componente cooperativa in cui comunicare e agire di concerto sono le chiavi per il successo.

Non sarà esaltante nel comparto grafico, ma Monaco: What’s Yours Is Mine è un esempio di sano e puro divertimento videoludico.

02. Sea Of Thieves

Sea Of Thieves. Tre parole che dovrebbero far scattare un campanello di allarme per chiunque voglia imbarcarsi e navigare tra le acque del titolo sviluppato da Rare. Un’esperienza a tratti rilassante, a tratti emozionante, in cui c’è tanto da esplorare, tanto da scoprire, tanto da recuperare e tanto da combattere. Un mondo ricco di sorprese in cui vige una regola che è meglio imparare il più rapidamente possibile: nessuno, e sottolineiamo nessuno, dei tesori che avete trovato sarà davvero vostro fino a quando non avrete fatto ritorno in un avamposto. Perché anche il bottino più ricco, soprattutto il bottino più ricco, vi può essere sottratto in un attimo. In fondo, in un mare di ladri, sarebbe difficile attendersi qualcosa di diverso.

La vita dei pirati è un concentrato di emozioni, di pericoli, di scoperte, di ricchezze perse, ritrovate e poi riperse.

1. Thief 2: The Metal Age

In molti videogiochi il furto è un’opzione. Una delle tante azioni disponibili. Nella serie di Thief, il furto è l’arma principale. Il mezzo che permette di scoprire segreti e ottenere oggetti indispensabili. Le avventure con protagonista il ladro Garrett sono caratterizzate da una struttura di gioco incentrata sui comportamenti furtivi, con la necessità di agire nell’ombra e di evitare nel limite del possibile qualunque contatto con qualunque altro essere umano. Thief 2: The Metal Age, è probabilmente il capitolo che meglio di tutti riesce a trovare un equilibrio perfetto nelle dinamiche stealth, proponendo una sfida tanto impegnativa quanto soddisfacente. L’episodio più recente, datato 2014, pecca in alcuni aspetti strutturali (intelligenza artificiale, sistema di combattimento), ma è comunque un titolo da prendere in seria considerazione per chi vuole dedicarsi alle ruberie virtuali.

La più recente avventura di Garrett è l’unico capitolo della saga di Thief disponibile per PS4 e Xbox One.

 

Altre notizie su:  dresda furto ladri rapina thief