Chi sono gli Heilung (e cosa c’entrano con Hellblade II) | Rolling Stone Italia

Home Arcade Focus On

Chi sono gli Heilung (e cosa c’entrano con Hellblade II)

Alla scoperta del gruppo industrial folk danese/tedesco/norvegese che ha inventato un genere perfetto per il gioco Ninja Theory

Con questa foto in compagnia dell’attrice Melina Juergens, il gruppo degli Heilung ha annunciato la collaborazione alla OST di Hellblade II.

Pochi, qualche settimana fa, avrebbero scommesso sull’annuncio di un secondo capitolo di Hellblade: Senua’s Sacrifice, apprezzata avventura di Ninja Theory del 2017 che fondeva mitologia e psicologia. E invece è arrivato, con un sontuoso trailer che sta spopolando come pochi altri. Sua parte integrante è la canzone, molto profonda nei toni ed evocativa nei suoni, che la stessa Senua canta guardando in camera, intervallata da immagini di nuove, inquietanti e gigantesche creature. Un suono ritenuto all’unanimità perfetto per accompagnare le atmosfere di Hellblade e riconosciuto all’istante dai cultori degli Heilung, una piccola band danese che ha coniato un nuovo genere musicale attingendo alle vibrazioni più ancestrali della storia umana. Ma chi sono gli Heilung?

Ci sono un produttore danese, un vocalist tedesco e una cantante norvegese. No, non è l’inizio di una barzelletta, ma l’ossatura degli Heilung, gruppo le cui radici affondano nella cultura nordeuropea, ma il cui sound è infuso di una spiritualità che trascende i confini e si nutre dei vocalizzi tibetani. Christopher Juul, Kai Uwe Faust e Maria Franz condividono un’adolescenza lontana, ma accomunata da un incontro salvifico con la mitologia nordica. Non è un caso che il nome del gruppo, Heilung, significhi guarigione in tedesco, ma il concetto inscritto al suo interno è più profondo. Si riferisce al distacco dai muri artificiali eretti dalla modernità in favore di un ritorno a uno spirito tribale, al suono della natura, che gli Heilung mirano a raggiungere attraverso strumenti decisamente insoliti per una band musicale. Spade e tamburi, ma anche ossa umane usate come percussioni e i vocalizzi tibetani di Faust: tutto questo costituisce il sound inconfondibile degli Heilung. Il genere, cucito intorno alle loro sonorità, è chiamato amplified history, ma per i meno avvezzi si potrebbe definire come una fusione tra industrial e folk sperimentale. Un altro elemento che consente di riconoscere al primo sguardo gli Heilung, sono gli abiti di scena, realizzati con elementi naturali come pelli, corna, ossa e persino capelli umani. Un look nato quasi per caso, senza troppa pianificazione, durante il live al Castlefest 2017 in Olanda, che ha segnato il vero e proprio momento di lancio della loro carriera e che da allora caratterizza ogni loro performance.

“È con grandissima gioia e il più profondo rispetto che possiamo finalmente rivelarvelo: Heilung sta collaborando con Ninja Theory alla colonna sonora di Senua’s Saga: Hellblade II. Fin dal primissimo incontro con Tameem, co-fondatore e Chief Creative di Ninja Theory, Dominic, Direttore Commerciale, e David, Lead Audio, abbiamo scoperto che benché il nostro lavoro si materializzi su piattaforme differenti, ciò che si trova all’interno ci accomuna. Sia Heilung che Hellblade godono della profonda ispirazione fornita dalla natura e dalla storia e mirano ad alterare il vostro stato mentale. Non vediamo l’ora di presentarvi il nostro figlio meticcio, nato dall’incontro tra gli spiriti antichi e la tecnologia del futuro”.  Con questo messaggio pubblicato sulla loro pagina Facebook, gli Heilung hanno confermato il loro apporto al secondo capitolo di Hellblade, certificando un’affinità elettiva che alcuni fan avevano già colto e auspicato in tempi non sospetti.

Un po’ paradossalmente, oltre al ruolo degli Heilung, di cui la canzone In Maidjan che accompagna il trailer dovrebbe essere solo un assaggio, non sappiamo ancora molto sul secondo capitolo di Hellblade se non che Melina Juergens tornerà a prestare volto e movenze a Senua. Vista l’acquisizione di Ninja Theory da parte di Microsot, è lecito pensare che Hellblade II sarà esclusiva Xbox, ma è ancora troppo presto per sapere se sarà compatibile anche con le attuali Xbox One S/X o quando sarà rilasciato.

– Il dettaglio grafico sfoggiato dal trailer in-engine di Hellblade II è impressionante: saranno davvero così i giochi che vedremo su Xbox (Serie X, Scarlett o come diavolo si chiamerà).

Altre notizie su:  heilung hellblade hellblade II