Home Arcade Focus On

10 trucchi per vincere in Call of Duty: Modern Warfare

La guerra è un inferno, si muore in una frazione di secondo e poi bisogna aspettare il respawn. Ecco qualche consiglio che potrebbe tornarvi utile sul campo, specie se siete al vostro primo Call of Duty

Il nuovo COD: Modern Warfare riporta sotto i riflettori personaggi molto amati e si pone come nuovo paradigma degli FPS di guerra.

Prima di sottoporvi il nostro giudizio sul nuovo capitolo della saga Activision (la recensione è in arrivo nei prossimi giorni) abbiamo stilato una lista delle 10 cose che dovete sapere su Call of Duty: Modern Warfare prima di gettarvi nella mischia e sparare il vostro primo proiettile. Inutile dire che il vostro esordio sarà duro. Con gente che gioca 24 ore al giorno fin dalla notte di lancio trovare competizione sui server non sarà un problema, molto più dura sarà scalare le classifiche e farsi valere. La guerra (virtuale) è un affare sporco, meglio farsi trovare preparati.

1. Memoria e pazienza

Nei Call of Duty usciti di recente la maggior parte delle mappe multiplayer avevano una struttura composta da tre “vie” principali (una centrale e due laterali), dalle quali si ramificavano strade secondarie, vie e ovviamente sviluppi verticali. Nel nuovo Modern Warfare si ritorna a mappe più complesse, che ricordano quelle del titolo originale uscito nel 2007. Troverete strade più numerose, intricate e anguste, perfette per imboscate, e zone al coperto molto più dense a livello strutturale. Ciò significa che aver giocato i COD degli ultimi anni non garantirà un vantaggio sostanziale. Per ottenere risultati degni di nota dovrete memorizzare le mappe e questo nei primi tempi significherà numerose morti e sconfitte… ma alla fine ne varrà la pena.

2. Occhio ai rumori

Il sonoro in Call of Duty ha sempre avuto un ruolo fondamentale per l’immedesimazione nella campagna single-player. Con il tempo però ha acquisito sempre più importanza anche nel multiplayer in quanto riuscire a capire la provenienza dei rumori può fare la differenza tra vita e morte, vittoria e sconfitta. Non a caso i Pro utilizzano impianti audio e cuffie di un certo livello, ma ciò non significa che per divertirvi dovrete per forza spendere 300 euro in un headset Logitech o Turtle Beach. Potrete ottenere buoni risultati anche con mezzi inferiori, semplicemente facendo attenzione alla direzione da cui proviene il suono. I passi in arrivo possono essere avvertiti con un decente anticipo anche indossando delle cuffie 7.1 di livello medio/basso come le Gold o Platinum di casa Sony, ma tenete sempre d’occhio anche il radar a schermo per capire se si tratta di nemico o alleato. Nel caso non vogliate che il nemico senta i VOSTRI passi c’è un potenziamento capace di attutirne il rumore per un breve periodo di tempo, ma occhio perché anche gli altri inevitabilmente lo useranno.

3. Scatta e rifletti

Qualsiasi giocatore di COD può dirvi che la tattica più sbagliata in questo tipo di giochi è rimanere fermi per troppo tempo. La piaga dei maledetti “camper” è sempre presente, anche se in misura minore rispetto al passato, ma voi che siete giocatori onesti dovete giocare pulito. Ciò significa sparare bene e sparare precisi, ma anche muoversi velocemente nel caso vi troviate sotto il fuoco nemico o dobbiate raggiungere in fretta una posizione. Potrete farlo utilizzando lo scatto “tattico”. Basta un doppio click sul pulsante preposto allo scatto standard e andrete ancora più veloci. Durerà pochissimi secondi ma in alcune circostanze farà la differenza. Fate solo attenzione ad usarlo con cautela perché durante lo scatto sarete più vulnerabili in quanto il vostro soldato impiegherà qualche secondo in più per armarsi offrendo una finestra di tempo maggiore agli avversari per mirare e fare fuoco.

4. Violenza sì o no?

Forse per non incorrere nelle ire della censura o di mamme preoccupate che i propri pargoli diventino dei killer seriali, Infinity Ward ha scelto di nascondere sangue e smembramenti come opzione di default nel multiplayer di Call of Duty: Modern Warfare. Ciò significa che per attivare il festival delle mutilazioni e delle fontane rosse dovrete entrare nella schermata delle opzioni, poi nel menù relativo ai filtri e quindi abilitare l’opportuna opzione che “stranamente” non viene citata all’inizio del gioco e nemmeno nelle schermate di riepilogo.

5. Filtri grafici

Call of Duty: Modern Warfare utilizza una serie di filtri ed effetti grafici per dare al gioco un look realistico e dinamico. Nel caso il motion blur o qualsiasi altro filtro vi impediscano di avere una visuale nitida di ciò che vi sta accadendo intorno potete disabilitarli nel menu delle opzioni. Le opzioni potenzialmente fastidiose sono tre: World Motion Blur, Weapons Motion Blur e Film Grain. Provate ad attivarne uno per volta per vedere quali vi danno più noia ma tenete presente che graficamente il gioco risentirà della mancanza di queste opzioni.

6. Niente trucchi stavolta

In passato molti giocatori si sono lamentati dell’eccessivo uso di alcuni “trucchetti” che rendevano le uccisioni più semplici. Il Quick Draw ad esempio aumenta la velocità di mira e abbinato a tecniche Pro come il Quick Scope o No Scope (basate unicamente su tempismo e memoria muscolare) rappresentano una spina nel fianco per i giocatori “normali”. Nel nuovo Modern Warfare il Quick Draw è stato “nerfato”, ovvero la sua efficacia è stata ridotta notevolmente per meglio bilanciare il gameplay del multiplayer, e il tempo impiegato dalle armi per attivare il mirino è stato leggermente aumentato proprio per evitare le due tecniche di cui sopra. Quando avrete fatto un po’ di pratica con le armi vi consigliamo inoltre di aumentare un po’ la sensibilità del mirino, rispetto agli ultimi COD il “Time To Kill” è stato sensibilmente aumentato, il che significa che mirare e sparare per primi può rappresentare un vantaggio incolmabile.

7. Equipaggiamento al top

Ogni giocatore di Call of Duty con il tempo trova il suo set-up perfetto, ma nonostante gli sviluppatori cerchino costantemente di equilibrare i valori delle armi aumentandone o diminuendone l’efficacia, spunta sempre fuori la bocca da fuoco superiore delle altre. In queste prime settimane di gioco sembra proprio che mitragliatrice leggera PKM sia una delle scelte migliori. Equipaggiatela con un silenziatore e diventerà una dispensatrice di morte con pochi rivali… a patto ovviamente che seguiate i consigli che vi stiamo dando in questo articolo. In alternativa anche il fucile d’assalto automatico Kilo 141 fornisce ottime prestazioni. A voi la scelta.

8. No HUD? No problem!

Da sempre la serie Call of Duty ha tentato di ricreare con il massimo realismo possibile la sensazione di trovarsi all’interno di un conflitto. Ovviamente alcuni limiti devono essere inseriti per rendere il gioco fruibile alla maggior parte degli utenti, ma chi vuole una sfida degna di questo nome deve optare per una campagna giocata a livello Veterano. In Modern Warfare potete andare oltre scegliendo la modalità Realismo, ma occhio a non esagerare. Se siete alle prime armi portate a termine il gioco ad un livello di difficoltà più basso perché questa modalità innalza al massimo questa opzione e toglie di mezzo gran parte dell’HUD di gioco, eliminando di fatto qualsiasi punto di riferimento. Giocare in questo modo però è davvero esaltante e permette di godersi al massimo l’incredibile comparto grafico di questo gioco.

9. Vita da camper

La modifica morfologica alle mappe multiplayer di Modern Warfare non ha purtroppo debellato la piaga dei camper, ovvero quei giocatori poco inclini al movimento, che amano accamparsi in punti nascosti della mappa per far fuori avversari a colpi di sniper, granate e via dicendo. Per stanarli e scoraggiare le loro vili tattiche avrete bisogno di armi in grado di impedirgli la visuale come granate flash, fumogene ed esplosive nel caso vogliate anche liberare il campo. Nel caso un camper dovesse colpirvi evitate di seguire lo stesso percorso dopo il respawn. Se trovate palazzi con ventole di aerazione tirateci dentro una delle suddette granate, se il camper si trova lì ne subirà le conseguenze in quanto non le vedrà arrivare.

10. Accumulate esperienza

Può sembrare un consiglio scontato ma non lo è. Ci sono tanti modi per salire di grado in Call of Duty: Modern Warfare ma forse il migliore è giocare la modalità multiplayer Dominio. Ogni uccisione o difendere un punto di controllo vi garantirà 100 XP, sono attività che ripeterete spesso in questo tipo di sfida (che tra l’altro è anche tra le più longeve) il che vi permetterà di raggranellare elevati quantitativi di esperienza in un tempo relativamente breve. Anche la modalità Guerra Terrestre è ottima in questo senso, se riuscite ad agguantare un carro armato potrete mettere in fila un bel po’ di uccisioni e far schizzare il vostro livello verso l’alto.

 

 

 

Leggi anche