Il porno del futuro sarà su misura

C'è chi paga bei soldi per guardare estrarre sciarpe da una vagina.

Dentro un ranch di Palm Springs c’è una telecamera puntata sull’alluce di Christina Carter. Nel giro di qualche minuto sarà colpita alla testa con una mazza da baseball giocattolo e mimerà un gallo vestita con un bikini da supereroe. L’intero spettacolo – tipo una puntata dei Looney Tunes dal vivo, condita con scene di nudo – vuole soddisfare il pubblico dei single.

Per 5300 dollari ogni spettatore può commissionare il porno personalizzato che preferisce. «Posso scambiarmi anche cento mail con i clienti, prima dello show, per concordare i dettagli: dal colore del rossetto agli oggetti di scena», dice Carter. A 41 anni ha deciso di snobbare il mondo del porno tradizionale, per guadagnare molto di più con un modello di film customizzato. Oggi più del 75 percento dei lavoratori del settore è pagato per creare contenuti ad hoc, spesso sui social media.

I porno su misura sono il modo di risollevare un business che era quasi defunto, dopo il successo dei siti gratuiti come Pornhub. «In fondo è un po’ come guardare troppe commedie: ne diventi assuefatto, e non ti dicono più nulla», dice un uomo di 36 anni che ha investito 2mila dollari per un copione di 20 pagine su uno scienziato pazzo e la sua super pozione “arrapante”. «Produrre un porno su misura è esilarante, bizzarro e strano. E dà soddisfazioni».

La Anatomik Media ha realizzato in serie 15 film su misura in un mese, che costano da poche centinaia di dollari a decine di migliaia. Spesso ricevono copioni basati su perversioni e feticismi di cui nessuno ha mai sentito parlare. «Abbiamo filmato un mago che estrae sciarpe dalla vagina, e un gruppo di modelle bruciare una collezione di francobolli».