Elettra Lamborghini: «Vorrei fare musica. Basta salotti, tette, culi»

Il 9 gennaio andrà in onda l'ultima puntata della seconda edizione di Riccanza, lo show di Mtv che mostra i rich kids italiani tra vite esagerate e nuovi lussi

Mi culo es verdadero, no lifting”, canticchio prima di arrivare al mio incontro con Elettra Lamborghini. Fa Miura di secondo nome, ed è l’ereditiera più in vista d’Italia. Strabordante ed eccessiva, sia di forme e che di modi, l’hanno paragonata a Paris Hilton (bah!), ma da queste parti preferiamo accostarla a Cardi B, l’ex spogliarellista diventata rapper di clamoroso successo oltreoceano.

Lei la strada della musica l’ha abbozzata, con la collaborazione con Gué Pequeno e Sfera Ebbasta, sulla canzone che porta il suo cognome. Io non ho nessuna canzone che porta il mio cognome, non so voi. Quando arrivo, Elettra è al trucco, sta bevendo un latte di soia che avrà degli effetti eccitanti poco dopo, quando improvviserà un karaoke su un pezzo dei Gemelli Diversi («Quanto mi piacciono», esclama con una bomboletta di lacca in mano). È esattamente come la vedete: in diversi reality show ha alzato le mani su chi offendeva lei o la sua famiglia, facendo parlare di sé dal primo secondo in cui è apparsa in pubblico. Ma l’unico pensiero che ha al momento è «l’abbuffata di sushi», che l’aspetta a fine giornata.

Abbiamo da poco salutato la conferenza stampa di Riccanza, programma cult di Mtv, arrivato alla seconda stagione e all’Accademia della Crusca, che ha sulla scrivania la domanda di inserimento ufficiale, nel vocabolario italiano, del termine “riccanza”. Durante la presentazione, dicono che i protagonisti della prima edizione sono diventati “icone pop”. Esagerato, forse, ma in questo mondo è giusto esserlo.

Da sinistra, Farid Shirvani, Jessica Haile Selassie, Alex Diana, Elettra Lamborghini, Matteo Cesari e Anna Fongaro. Farid: giubbotto ERREA, denim Levi’s; Jessica: chiodo con Swarovski MANGO, telefonino Huawei Mate 10 Pro; Alex: giacca in pitone verniciato IVANO TRIOLO; Elettra: body con vestaglia coordinata Rosamosario. Matteo: completo gessato DEL MARE 1911, girocollo Stone Island; Anna: canotta in seta La Perla, collane X Jewellery

Siete delle icone pop, quindi.
Stavo per ridere quando l’hanno detto! Non so gli altri, ma io so di essere un po’ un’icona, me ne sto rendendo conto. Mi sento apprezzata dalla gente, lo vedo.

Perché sei apprezzata, secondo te?
Non lo so. Non so come sia arrivata fin qua. Penso sia il sogno di qualsiasi persona, piacere così tanto. Ho fatto tre anni e mezzo di reality e programmi tv, uno dopo l’altro. Forse è solo perché sono sempre me stessa, non lo so…

Non hai mai avuto paura di esporti troppo?
Io non ho niente da nascondere, sinceramente. Ho deciso di prendere questa strada, non ho paura di niente. Ho fatto il Grande Fratello in Spagna dove sono in mutande, di cosa devo avere paura?

Boh, hai qualcuno che ti odia, secondo te? Degli hater?
Ne ho veramente molto pochi. Ovviamente, se vado in una trasmissione politica mi dicono che sono una cogliona perché ho le tette grosse con il piercing o perché sono “figlia di”. Ho fatto le mie cazzate, ma vado bene così.

Vorrei fare musica, ora. Basta salotti, tette culi… non ho più niente da dire, su certe cose

E tu che rapporto hai con la politica?
Sono sincera, nessuno. Non la seguo. Vado a votare chi decido io, ma non è un mondo che mi affascina.

Speravo in una tua svolta politica. Invece, che progetti hai?
Vorrei fare musica. Lanciarmi seriamente in questo mondo, come sto per fare. Sentirete presto qualcosa. Oppure lavorare in programmi tv diversi: basta salotti, tette, culi… non ho più niente da dire su certe cose.

Poi torniamo alla musica. Ma cosa vorresti fare in tv?
Sono stata a StraFactor, mi piacerebbe una cosa del genere. Mi piacerebbe fare il giudice. E ho anche un’altra idea…

Tipo?
Vorrei avere un programma tutto mio, dove aiuto le persone che non hanno autostima. I social sono pieni di gente che si modifica, che si ritocca… Vorrei far capire alle persone che siamo tutti imperfetti e va benissimo così. Odio quelle secche di merda.

Odi qualcuno allora.
Sì, ma vivo bene la mia vita. Mi dà fastidio il loro comportamento, poi sono libere di fare quello che vogliono. Ma non puoi farti una foto con la cheescake perché è bella e poi ti mangi due foglie di insalata. Io non faccio neanche in tempo a farla la foto alla torta che l’ho già spazzata via.

Dicono che non hai partecipato al GF Vip perché eri stanca…
È un casino. Mi piace prendermi del tempo per me. Ho preferito stare a Bologna con la mia famiglia e i miei cavalli, senza di loro potrei impazzire. Non mi sono mai fermata negli ultimi anni. Mi piace tornare a casa, rilassarmi.

Preferisci Bologna o andare in vacanza?
Non mi piace tanto andare in vacanza, sai? Preferisco lavorare, se sto ferma sto male. Se qualcuno mi dovesse offrire una settimana di lavoro o una alle Maldive, preferirei lavorare. A parte che io ho cazzeggiato tutta la vita!

Eri così carica anche quando eri a scuola?
Ho sempre preso il massimo dei voti, ma la condotta mi fregava, ho cambiato mille scuole.

Da sinistra, per Anna sottoveste Intimissimi, stivali Jimmy Choo, collana Swarovski. Farid legge il volume “50 anni di Rolling Stone”. Per Jessica vestaglia in velluto Twin Set, sandalo con piume Giuseppe Zanotti, polsino Radà

Cosa combinavi?
Mio papà riceveva le chiamate dalle insegnanti e pensava chissà cosa fosse successo. Alla fine era sempre per lo stesso motivo, rispondevo male, tiravo i capelli.

Sono diventati dei piccoli cult i video dove picchi le tue “rivali” nei reality. Dici che tiri le sberle con la “precisione di un Picasso”…
Non era nei miei piani rifarlo, dopo la prima volta. Sono una persona molto buona, ma quando una persona tocca la mia famiglia mi vengono i cinque minuti. Se il mondo della tv un giorno mi stancherà, so già cosa fare…

Menare la gente.
Bravo, fare MMA. I miei amici mi chiamano Elettra Tyson, sono un portento. Mi sono vista in tv, ho una forza che sono rimasta sconvolta. Ho anche due braccia importanti… Quando finisco i programmi me li riguardo, dico un sacco di stronzate: mi riascolto e mi chiedo da dove le abbia tirate fuori. Sarà il latte di soia.

Ah sì, ho sentito che ti fa uno strano effetto.
Mi carica, col caffè è un mix mortale per chi mi sta attorno.

Non le esco più su Instagram. Erano cose che facevo a 16 anni con l’ormone a palla. Adesso ne ho 23, non mi interessa

È vero che sei astemia?
Zero, non bevo niente. La gente non ci crede perché sono molto gasata, ma non mangio neanche i cioccolatini con il liquore. Niente.

Senti, “mi culo es verdadero” è una frase che è nata dai reality ed è finita nel testo di Lamborghini. Com’è nata la collaborazione con Gué?
Ero a Miami per un mio progetto e ci siamo incontrati. Mi hanno detto che avrebbero voluto girare il video di Lamborghini con me e io ho accettato. In più, parlando, ho spiegato che avrei voluto lanciarmi nella musica, quindi mi hanno proposto anche la strofa da cantare.

Ti piace il rap?
I rapper sono bonissimi!

Intendevo dal punto di vista musicale.
Sono cattivi ragazzi, dai! Con loro ci vado d’accordo, sono gli unici che mi tengono a bada. Devono essere cattivi e tatuati.

E chi sono quelli irresistibili?
Tutti i latini, Maluma, Reykon, Bad Bunny… Tutti quelli un po’ ghetto.

Elettra Lamborghini, costume intero PRIMARK, collana e bracciale Radà, decolleté con cinturino alla caviglia BALLIN. Foto Filippo Avandero

Sei fissata con i tatuaggi sugli altri, ma mi spieghi il perché della tua coscia leopardata? È la prima cosa che ho notato di te…
Volevo un mio ritratto, io nuda su un cavallo che impennava. Ma grazie al cielo ho cambiato idea. Il leopardato, cosa ti posso dire, non va mai fuori moda. E se vedi una donna vestita con qualcosa leopardato è irresistibile, come me (Ride).

Ti senti irresistibile?
Voglio cambiare un po’ la mia immagine. Voglio andare in un’altra direzione. Per esempio, non “le esco” più su Instagram. Erano cose che facevo a 16 anni, con l’ormone a palla. Adesso ne ho 23, non me ne frega più niente.

Stai distruggendo tutto il tuo sex appeal, lo sai?
Sto puntando su qualcosa di più personale. Non voglio che si sappia che Elettra è quella con le tette enormi e i piercing. Voglio che esca qualcosa di più. In realtà sono una figa di legno atomica.

Non esagerare.
Ma è vero. E ne sono molto fiera.