Dressing  - Michael Deforge
Recensioni

Dressing
Michael Deforge


Questo è un libro che ho atteso con trepidazione. Stavo quasi per comprarlo online in edizione originale, ma poi ho pensato: “No, qualcuno lo pubblicherà qui in Italia, prima o poi. Aspettiamo”. Fortunatamente, così è stato, ed è successo più prima che poi, cosa notevole visti i tempi dell’editoria a fumetti nostrana.

Dressing è una strepitosa raccolta di racconti di Michael DeForge, in cui l’autore canadese 29enne incrocia fantascienza e assurdo regalando storie inimmaginabili. Già designer di Adventure Time, collaborazione che dice molto sul nostro, DeForge è tra le firme più importanti del nuovo fumetto anglosassone, un autore in grado di raccontare la mutazione di esseri umani su Marte o la storia di “una madre che ha saltato oltre un miliardo di miglia” con piglio naturale e uno stile preciso. La storia finale entra invece in un territorio primordiale e microscopico, parlando della vita di forme incomprensibili, ma c’è spazio anche per l’improvvisazione nel racconto in bianco e nero Mia sorella morì per il caldo, scritto e disegnato a penna durante un viaggio in aereo. Come in tutte le sue opere, non c’è introduzione, filo conduttore o tema a legare i frammenti dell’albo. Come in tutte le sue opere, non sembra essercene il bisogno.

Dopo la gavetta di autoproduzioni e collaborazioni, l’autore ha cominciato nel 2009 la sua serie, Lose (Koyama Press), con cui ha vinto svariati premi e ha imposto il suo stile e gusto, fatto di fantasia selvaggia e uno stile grafico in grado di intaccare qualsiasi genere o riferimento – dai film ai videogame, dalla fantascienza all’horror – portando a casa un bottino raro e prezioso. In Dressing co-esistono mondi diversi e fantascientifici, in cui i protagonisti sono forme e l’essere umano è sempre a due passi dalla mutazione. Tutti questi personaggi – umani, quasi umani e non-umani – vivono in dimensioni aliene, ma familiari, sono oblunghi e aggraziati, grotteschi e romantici. Un equilibrio impossibile per le persone normali, ma che al canadese riesce, punto, cosa che dà al suo lavoro un’atmosfera onirica (“Voglio che i miei fumetti sembrino sogni”, ha detto DeForge in un’intervista). Dressing è l’ultima fatica di Michael DeForge e ogni sua pagina vi arriverà come un pugno astratto sul naso.

La recensione è stata pubblicata su Rolling Stone di novembre.
Potete leggere l’edizione digitale della rivista,
basta cliccare sulle icone che trovi qui sotto.
rolling-appstorerolling-googleplay