La playlist di Martin Solveig

Abbiamo contattato il producer francese e gli abbiamo chiesto di regalarci una compilation.

Dagli esordi nei club parigini come il Le Palace fino alla produzione di Madonna, Martin Solveig è uno dei dj e producer più apprezzati del panorama europeo grazie al suo mix di house, electro e dubstep. L’abbiamo contattato e gli abbiamo chiesto una piccola playlist, ecco le sue scelte.

1. “Hand it Over” MGMT

Ascoltare un pezzo degli MGMT non è mai, mai, mai una perdita di tempo, la loro tecnica di produzione va oltre ogni immaginazione. Hand It Over è fresca, elegante e commovente.

2. “Just For Us” Francis & The Light

Sono tornati con un album di synth pop che parla d’amore, abbandono e mancanza di speranza. Non sorprendetevi se ascoltando Just For Us vi ritroverete a pensare alla vostra persona speciale.

3. “I’m just snacking” di Gus Dapperton

C’è qualcosa nella sensibilità musicale di Gus Dapperton che mi ha colpito molto, per non parlare del fatto che anche lui, come me, affronta la musica con un approccio cinematografico. È un artista interessante, da seguire.

4. “Need You” Who Came After

Who Came After, iniseme a Neila e LoneMoon, ha pubblicato un pezzo che è tanto soffice quanto energetico, urban, elettronico, perfetto per chi ama la musica piena di blips, bleeps e bloop. Come me.

5. “Stir Fry” Migos

I Migos sono al top della scena da parecchio, ormai, e continuano a pubblicare canzoni incredibili. Stir Fry, prodotta da Pharrell, è un esempio luminoso e accattivante. Batteria incredibile, sintetizzatori arroganti, non riesco a smettere di ascoltarla.