Caricamento...
/

"Dominio", elettronica e tribalità con i JoyCut al SAE Institute

Hanno passato 2 anni in tour e stanno lavorando al nuovo album in uscita a fine 2016. Ma prima sono passati da Milano per farci ben 3 regali

La band di Bologna arriva a Milano per concludere due anni trascorsi in tour a supporto dell’album PiecesOfUsWereLeftOnTheGround (tutto attaccato!). Dopo Wireless e ChildrenInLove sono pronti a regalarci Dominio che, come ci ha scritto Pasco, è nata più o meno così:

Quando Dominio ha preso forma ce ne siamo resi conto subito_
Di quanto avrebbe segnato l’intero corso_
Di questo Album_
Di questo frammento di esistenza scagliato oltre ogni confine_
Della nostra più profonda esperienza percettiva in musica_
Ci ha restituito serietà nel gioco_
A dodici anni_
Come Odisseo_
Le Colonne d’Ercole non fanno mai paura_

I tre live sono stati registrati al SAE Institute di Milano, la miglior scuola italiana per chi si vuole occupare di musica, a chiusura di due anni di tournée a supporto dell’album del 2013, che ha visto la band suonare un po’ ovunque in Europa, dall’Iceland Airwaves ad Eurosonic, arrivando anche al SXSW.

La band sta ora lavorando al nuovo album, che uscirà entro fine del 2016 e che racconta di un “ritorno a casa” in stile JoyCut. Che non vuol dire certo inseguire l’innovazione musicale scegliendo di proporre musica elettronica ma cercare «di osare e di valicare i confini, pur rimanendo ancorati alla tradizione», come ci raccontavano in occasione del Medimex qualche mese fa.

Altre notizie su: