Tom Petty: la causa della morte è un’overdose di antidolorifici

Il referto dell'autopsia conferma i sospetti che la famiglia e gli amici del cantautore americano nutrivano già a ottobre: per lenire il dolore a un'anca fratturata, Petty era ricorso agli oppiacei.

Tom Petty è morto di overdose accidentale. Il referto dell’autopsia conferma i sospetti che la famiglia e gli amici del cantautore americano nutrivano già a ottobre, ovvero al momento del decesso.

Petty soffriva di di diversi disturbi fisici, fra cui un enfisema, problemi alle ginocchia e addirittura un’anca fratturata. Tutto ciò però non aveva impedito al 66enne di interrompere il proprio tour.

Ma il dolore lo aveva spinto a ricorrere ad antidolorifici molto potenti, come il Fentanil e vari altri oppiacei. Un dramma che si poteva sicuramente evitare.