Nuove tecnologie nella performance musicale: Rolling Stone va al Linecheck

Domani, sabato 25, al BASE di Via Begognone a Milano modereremo un incontro fra i Niagara e il visual artist Stefano Maccarelli e programmatori che creano i loro strumenti "indossabili"

Il Linecheck Festival è entrato ormai nel vivo. Ieri sera, 23 novembre, Perfume Genius ha incendiato il palco del base alternando ballad struggenti a improvvise onde d’urto di breakdown, prendendosi in cambio tutto l’amore che Milano aveva da dargli. Si proseguirà serrati stasera, sabato e domenica con ospiti allucinanti che vanno da Thundercat a Freddie Gibbs, da James Holden ai Calibro 35.

Fra i vari concerti però, soprattutto nelle ore del giorno, il festival ha previsto anche una miriade di eventi satellite. Come gli innumerevoli talk e panel che per vie più o meno traverse ruotano attorno al tema musica e industria dell’entertainment. Parteciperemo anche noi a uno di questi, sabato 25 novembre al BASE di Via Bergognone 34 a Milano, cioè il centro nevralgico del Linecheck.

Gli ospiti del talk

Gli ospiti del talk

E visto che ci piace tanto ricordare ma soprattutto pensare al futuro, avremo l’onore di moderare un incontro che si intitola “Dall’intrattenimento all’esperienza: Nuove tecnologie nella performance musicale“. Fino a che punto è arrivata l’avanguardia tecnologica nei live? Beh, con l’evolversi della fruizione multimediale, la performance artistica ha trovato nuovi modi per tenersi al passo coi tempi. In un mondo dove i videogame si giocano con i visori per la realtà aumentata e la tecnologia 3D dopo tanto tempo è entrata a far parte del dominio consumer, gli artisti non solo non possono più limitarsi a mere proiezioni 2D, ma sono costantemente alla ricerca di nuove tecnologie per migliorare al contempo la propria esibizione e la fruizione del pubblico.

Sfruttando l’esempio di ReMidi e dei suoi sofisticati strumenti indossabili, tracceremo una linea immaginaria che parte dalla progettazione, passa allo sviluppo e finisce sul palco insieme ai musicisti, nella fattispecie il duo torinese dei Niagara.

Una cartolina da Hyperland, il mondo virtuale creato da Maccarelli per i Niagara nel videogioco "Roger Water"

Una cartolina da Hyperland, il mondo virtuale creato da Maccarelli per i Niagara nel videogioco “Roger Water”

Moderati dal nostro Claudio Biazzetti e in diretta streaming sui canali social di Linecheck, interverranno Davide Tomat e Gabriele Ottino (Niagara), Marco Casolati (fondatore di Remidi) e Stefano Maccarelli, visual artist e guru del rendering che ha creato HYPERLAND. Ovvero, un’esperienza interattiva e audioreattiva a 360° e in realtà virtuale che sarà il piatto forte della serata, ben oltre il concetto di realtà virtuale o di video musicale interattivo.

L’appuntamento è alle 12:30 di sabato al BASE, nella cornice del Solid Music Market.

PS. L’evento è gratuito.