L’organizzatrice di Glastonbury: «Il mio sogno? Far suonare i Led Zeppelin»

Emily Eavis, la mente dietro al festival inglese, ha parlato della possibilità di rivedere sul palco la band di Jimmy Page

«Ci sono alcuni artisti che vorrei davvero portare sul palco di Glastonbury: Fleetwood Mac, Kate Bush… loro non hanno mai suonato qui», ha detto Emily Eavis, l’organizzatrice del festival.

«Certo, i Led Zeppelin sarebbero il massimo», ha continuato «ma non sono sicura che sia davvero possibile. Sarebbe un sogno». Glastonbury si prenderà un anno di pausa, tornerà nel 2019 con «cambiamenti radicali. I nostri momenti di pausa in realtà sono pieni di cose da fare. Certo è un po’ triste, il festival di quest’anno è stato incredibile e mi dispiace non poterlo rifare nel 2018».

L’anno di pausa servirà a organizzare sia l’edizione del 2019 che, soprattutto, quella successiva. Nel 2020, infatti, Glastonbury compierà 50 anni. Che siano i Led Zeppelin la band giusta per festeggiare un compleanno così importante? Vedremo.

Altre notizie su: